Prodezze degli atleti di Cesenatico alla mezza maratona di Ravenna

maratonaA cura di ER sportivi in prima linea

Si corre a Ravenna e si respira l’arte, la storia e la cultura, la città conserva il più ricco patrimonio di mosaici databili tra il V e il VI secolo d.C. all’interno dei suoi edifici religiosi paleocristiani e bizantini, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Quindi corriamo verso la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, i Battisteri degli Ariani e degli Ortodossi, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, la Cappella di Sant’ Andrea e il Mausoleo di Teodorico non guardandoli come il patrimonio della città di Ravenna, ma dell’umanità intera.

+++ GUARDA IL VIDEO+++

Passando anche per le strade citate da Giacobazzi nel celebre monologo “la viabilità a Ravenna” . cit. – Ravenna è un città un po’ brigosa da girare in macchina, appena arrivi a Ravenna vedi il cartello Ravenna e subito sotto Mare…sotto Mare c’è scritto uhm..uhm.. perchè loro lo sanno che se passi per Ravenna al mare non ci arrivi, …..c’è un pullman di tedeschi che gira dal 1966, non sono ancora riusciti a uscire.-
Anche con questo spirito si corre una Maratona a Ravenna.

La gara è stata molto bella. Più di 2000 runners hanno invaso le vie del centro in uno sciame di colore e passione, sotto un sole quasi primaverile con un tifo mozzafiato per quasi tutto il percorso. Band che suonavano ai bordi delle strade e bambini che ogni angolo chiedono un cinque. Ristori ben forniti e cordialità massima da parte dello staff organizzatrice. I veri bomber della gara, è stato un gruppo ( non bene identificato causa stanchezza ) che, verso il 18 km ha improvvisato un bar lungo la gara, offrendo mojito ai partecipanti. Non ce lo siamo fatto scappare e vi dirò che dopo qualche sorsata, la fatica si sentiva meno. Geniali. A loro va il nostro grazie!

Tornando seri il T.T. Cesenatico e Atletica Cesenatico erano presenti coi loro atleti, fra i quali si sono distinti: nella maratona ottima prova del duo: Ravaglia e Pignotti dell’ atletica Cesenatico; il primo chiude la gara in 2 ore e 58 min, il secondo in 2 ore e 56 min. Nella mezza, scendono sotto il muro dell’ ora e mezza:
Agostini Andrea, Bartolini Fabio, Fabbri Matteo e Giunchi Ivan, sempre dell’Atletica Cesenatico.

Chi ha vinto? Non lo sappiamo ed è un dettaglio per noi poco rilevante!

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *