JAZZenaticOff sbarca al Cataleya con il Gipsy Jazz di Giò Belli

Il quarto concerto della rassegna JazzenaticOff, il percorso che si è sviluppato a completamento delle serate del festival JAZZenatico al Teatro Comunale di Cesenatico con l’obiettivo di far penetrare la cultura jazz in tutte le sue declinazioni nei locali della cittadina e non solo, si preannuncia un’esplosione di ritmiche incalzanti e di melodie vibranti caratteristiche del “gipsy jazz”.

“Tanto la programmazione di JAZZenatico, quanto quella parallela di JazzenaticOff, – spiega Fabio Nobile, direttore artistico del festival – è all’insegna della varietà e mira a illuminare diversi versanti del jazz in una sinergia con i locali di Cesenatico e zone limitrofe che ci auguriamo continui ad essere proficua anche in futuro”.

A farsi interpreti del filone nomade del genere saranno i tre componenti del Giò Belli Jazz Manouche Trio, all’opera all’enoteca Cataleya di Cesenatico (via Saffi, 46), domenica 19 marzo 2017 alle 18.30, in un’esibizione dall’energia prorompente. Spetterà a due chitarre e un violino rievocare le atmosfere della tradizione musicale tzigana: il leader del gruppo Giò Belli, chitarra solista, sarà affiancato da Marco Gelli (chitarra ritmica) e Nicola Nieddu (violino), in una performance che prende le mosse dalle musiche di Django Reinhardt e Stéphane Grappelli, capostipiti dell’unione fra tradizione tzigana, jazz americano e sonorità swing, fino a includere standard e brani originali.

Da sempre affascinato dalla chitarra, Giovanni Belli si dedica fin dall’adolescenza allo studio di questo strumento, affinando la propria tecnica tanto da conseguire la partecipazione a rassegne jazz di spicco nel panorama italiano (Fano Jazz, Viterbo Jazz, Pesaro Jazz, Umbria Jazz, Elba Jazz Contest e Comacchio Jazz Festival). Avvia nel 2014 l’esperienza del “Giò Belli Jazz Manouche Trio” e registra l’anno successivo il disco “Good Morning Django” per l’etichetta TRJ Records di Mantova.

Impegnato sia sul versante classico che su quello jazz, il violinista Nicola Nieddu ha collaborato, per quel che riguarda il primo dei due percorsi, con importanti orchestre fra le quali la “Youth Musician European Orchestra” diretta dal maestro Paolo Olmi, mentre, relativamente al secondo fronte, è entrato a far parte nel 2014 della nascente “Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti” del conservatorio S. Cecilia di Roma. Completa il “Giò Belli Jazz Manouche Trio” Marco Gelli alla chitarra ritmica.

Per info rivolgersi al 0547 073922 oppure al 348 5282685

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *