L’originale installazione di Magma

A dare voce alle suggestioni di turisti e cervesi saranno circa 40mila cartoncini bianchi, puntati l’uno all’altro per formare un’immensa e suggestiva installazione artistica. Su ognuno i visitatori potranno esprimere, scrivere, disegnare le proprie visioni che vedono come protagonista lo storico edificio, un tempo adibito a deposito del sale e ora divenuto uno dei simboli della città: il Magazzino Darsena in centro storico a Cervia.

E’ questo il cuore artistico della preview del Modulo Fest 2017, il festival organizzato da Magma e giunto alla terza edizione. L’evento si terrà a partire da domenica 16 aprile dalle 17 a mezzanotte, riaprendo al pubblico la struttura con un programma che, in linea con l’obiettivo del collettivo artistico, intende promuovere la sperimentazione musicale e l’arte contemporanea, riscoprendo luoghi emblematici della Riviera Romagnola.

Si tratta dell’anteprima del festival vero e proprio – previsto nel weekend del 16-18 giugno – che già da questo primo «assaggio» conferma la sua vocazione internazionale, ospitando il live di M.E.S.H. (ore 22), artista, producer e dj americano residente a Berlino, giudicato tra i più stimolanti della scena elettronica attuale. M.E.S.H. gioca con le ritmiche, crea texture iper-dettagliate, architettando un design del suono di grande impatto, imponente quanto la maestosità del Magazzino Darsena. In apertura il live set di Sebastiano Carghini (ore 21), la cui ricerca unisce le molteplici potenzialità dei synth modulari alle altrettanto sconfinate possibilità espressive offerte dai più disparati oggetti di recupero («found object»).
Prima ancora (ore 18.30), un dj set in darsena accompagnerà i visitatori alla scoperta dell’installazione realizzata dal collettivo.

L’opera, un intervento site-specific di grandi dimensioni, è stata battezzata «Their voices». Una moltitudine di cartoncini bianchi 10×15 cm uniti tra loro invade gli spazi del Magazzino, come un vortice sospeso nel tempo; non si limita a indagare il luogo creando un percorso, ma richiede la partecipazione del visitatore per giungere a compimento. E’ un dialogo a due direzioni, come spiegano i curatori di Modulo Fest 2017: «I visitatori saranno chiamati a completare l’opera utilizzando i tasselli che la compongono, scrivendo desideri e messaggi per il futuro del Magazzino Darsena». Il risultato è un flusso di forme e volumi che si tramuta in un coro di voci.

In vista della futura assegnazione tramite bando della struttura, l’evento è vissuto come compimento di un percorso iniziato nel dicembre 2014, quando, con il permesso dell’amministrazione comunale, il collettivo organizzò un primo evento che rese nuovamente visitabile l’edificio al pubblico dopo anni di chiusura. «In questo modo – concludono gli organizzatori – vorremmo condurre al suo interno anche le voci e le idee della cittadinanza, portando a conclusione quello che per certi versi potrebbe essere visto come il preambolo del futuro Magazzino Darsena».

L’esposizione rimarrà visibile fino al 1° maggio nei seguenti giorni: 17, 23, 24, 25 e 30 aprile e 1° maggio dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 22. Il 22 e il 29 aprile dalle 17 alle 22. Nei giorni restanti sarà possibile comunque visitare l’installazione previa prenotazione all’indirizzo info@magma.zone.

L’evento è reso possibile grazie alla collaborazione del Comune di Cervia.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *