Più computer, più ospiti, più giochi per Vaderetron

Dopo il grande successo della prima edizione nel 2016, ritorna l’appuntamento con il retrogaming in Romagna. Venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 ottobre ritorna al Foro Annonario di Cesena, in Piazza del Popolo, VADERETRON 2.17 in una nuova versione, più lunga, con più computer e postazioni e con tanti nuovi ospiti.

La manifestazione ha esordito l’anno scorso travalicando le aspettative degli organizzatori. Nato da un’idea di Associazione Culturale Whitebadge, il progetto è stato originariamente pensato per animare con una tre giorni fuori dagli schemi il cartellone di eventi di Cesena, puntando sui videogiochi, ma si è presto rivelato ben più di un evento fra i tanti, spiccando per una fortissima e affezionata partecipazione.

Per l’edizione 2.17, ritorneranno l’area game, cuore pulsante dell’evento, più ricca di postazioni per far fronte alla grande richiesta della prima edizione grazie ai ragazzi di Trashware – il progetto dell’associazione universitaria S.P.R.I.Te., e l’area panel, dedicata agli incontri, mentre new entry di questa seconda pagina della storia del VADERETRON saranno i workshop professionalizzanti realizzati in collaborazione con Progetto Giovani.

Inoltre, la sera spazio agli eventi, con due serate speciali di WeReading dedicate ai videogiochi e al retrogaming – in collaborazione con l’associazione Ishmael & The Elephant – e un Lan party – una gara notturna a un unico videogame con più utenti connessi online – a base di Quake III Arena e DotA.
Un maxischermo mostrerà la storica gloria delle avventure grafiche targate LucasArts mentre presso l’area dimostrativa sarà possibile ammirare i videogiochi, le console e le periferiche del gaming dagli esordi a oggi.

Dulcis in fundo, oltre al ritorno di alcuni ospiti della prima edizione come il gamer di Hearthstone e streamer Simone ‘VKing’ Larivera, lo youtuber Michele ‘MightyPirate’ Giardi e il giornalista della Nuova Provincia e consulente giochi elettronici del Pontificio Consiglio alla Cultura Matteo Maria Zinnia – questi ultimi due anche nello staff organizzativo –, si aggiungono le new entry Ludovico ‘Ludo Thorn’ Tornabene, gamer e doppiatore; Corrado ‘DadoBax’ Cozza, youtuber e instagrammer, l’intero team di gaming QLASH.

Poi ancora i professori Alessandro Ricci, Laura Tarsitano e Angelo Croatti dell’UniBO che terranno una masterclass sull’impiego dei videogiochi nello sviluppo computazionale; i dottori Francesco Rasponi di Associazione Psichedigitale e Gianluca Farfaneti del Ser.T. Cesena e il professor Elvis Mazzoni dell’UniBO, con un incontro sulle patologie legate videogaming; l’attore cesenate e perito forense Luca Mercuriali; i ragazzi della fanzine La Testata e la redazione grafica di FRàC.

IL PROGRAMMA

Ci saranno quattro workshop – ovviamente gratuiti -: il primo sarà tenuto proprio dalla superstar VKing e spiegherà ai ragazzi come si diventa producer di contenuti su Twitch e quali sono le principali differenze con YouTube; il secondo avrà come tema centrale il doppiaggio online, quindi spazio a Ludo Thorn e poi si passerà a quelli più legati al territorio. Sabato alle 18 Stefano Zappi, vicepresidente di Associazione Culturale Whitebadge, formatore e anima di WHITECOM si confronterà con Gianluca Rossi di Tropico e Alessandro Scaioli di Comunica Web Marketing sul tema “Comunicazione territoriale e glocal marketing”, un incontro sulla promozione sociale e digitale di tematiche ed eventi di carattere glocal.

Domenica mattina invece si daranno battaglia – moderati da Matteo Maria Zinnia – il giornalista di Multiplayer.it Aligi Comandini, il presidente di Associazione Culturale Whitebadge e chief-in-editor di TUTTOCesena Gian Piero Travini e Living Cesenatico presente con Alessandro Mazza sui nuovi modelli di giornalismo digitale glocale e non, introducendo la tematica soprattutto per i più giovani.

VADERETRON 2.17 non è che una delle versioni di transizione dell’evento che, visti i presupposti dello scorso anno, non intende fermarsi e ambisce ad affermarsi come prima fiera in ambito videoludico a livello regionale e a varcare anche i confini. Il progetto ha per obiettivo la valorizzazione del videogioco come mezzo di aggregazione e formazione e la demistificazione dei media dalle vecchie concezioni di passatempo solitario e antisociale, con un occhio rivolto alle possibili problematiche.

Con il Patrocinio di Campus di Cesena – Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Comune di Cesena, Regione Emilia-Romagna e Zona A
Con la collaborazione di Arci, Associazione Culturale Ishmael & The Elephant, Cineteca di Bologna – Archivio Videoludico, Cooperativa Stabilimenti Balneari Cesenatico, Ser.T. Cesena, Progetto Giovani, Psichedigitale e Trashware Cesena
Partner dell’Iniziativa Associazione Giovani Credito Cooperativo Romagnolo, Burro & Salvia, Cesena Net, Foro Gest, Laboratorio Spettacolo, ONIT Group, Penny Console, REEV e Romagna Iniziative
Media partner dell’Iniziativa Tom’s Hardware e Viva Gli Anni ’90

Supporter dell’Associazione Allianz Cesena Fantini, BM Eliotecnica, Cesena Net, Multisala Cinema Eliseo, Laser Services, Linxs, Penny Console, Phone Lab, Pubblisole, ReWork Labs, Vidia Club.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *