Un’azienda di Cesenatico alla corte Apple

Un’azienda di Cesenatico è stata selezionata per partecipare alla conferenza mondiale degli sviluppatori «World wide developer conference» organizzata da Apple al McEnery Convention Center in San Jose, in California.

L’accesso alla conferenza è molto ristretto ed è necessario inoltrare una richiesta a Apple che a sua volta seleziona un numero limitato di sviluppatori che possono accedere all’evento. Quest’anno all’importante appuntamento era presente la BViTech di Cesenatico che ha sviluppato l’applicazione Ez-Lab, perfetta per testare i dispositivi Apple, quali iPhone (dopo il 5 compreso) e iPad (dopo il 2 compreso) in qualsiasi momento in qualsiasi condizione preferibilmente con un collegamento a internet. Uno strumento facile che tutela sia chi vende che chi acquista usato.
L’ingegnere di BViTech (nella foto sopra), che si occupa dello sviluppo dell’applicazione di diagnosi per dispositivi Apple insieme al titolare Martin Von Borzyszkowski, sta continuando e ultimando lo sviluppo per i nuovi aggiornamenti della app, permettendole di essere sempre aggiornata e completamente compatibile con i futuri aggiornamenti. «Da un’idea nata a Cesenatico, questa app, è arrivata a essere utilizzata in tutta la catena di MeloRipari in Italia e da aziende in tutta Europa che trattano prodotti usati e ricondizionati, promuovendo un nuovo standard per la verifica della funzionalità dei dispositivi di seconda mano e non», commenta il titolare di BViTech.
Al «World wide developer conference» Apple ha presentato iOS 12, l’ultima versione del sistema operativo per iPhone e iPad, e la nuova versione di Mac OS X Mojave, l’ultima versione del sistema operativo per i Mac. «Durante la settimana della conferenza ci sono state diverse sessioni di training e spiegazione da parte degli ingegneri Apple a tutti gli sviluppatori, inerenti ai nuovi aggiornamenti dei sistemi operativi e delle novità in arrivo – conclude Martin Von Borzyszkowski – C’è stata anche la possibilità di avere confronti diretti con gli ingegneri Apple, dei One to One, in cui esporre domande e problematiche inerenti ai propri programmi e applicazioni».

 

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *