Rimpasto di Giunta: “Il Pd cala la maschera”

“E’ irricevibile e inopportuna la scelta del sindaco Matteo Gozzoli di sostituire il dimissionario assessore al bilancio Roberto Amaducci a favore della neo nominata Emanuela Peduli”, queste le parole dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Giuliano Fattori e Danilo Ceccaroni. Clicca qui per leggere l’articolo sulla nomina del neo assessore.

“La scelta è irricevibile in quanto il mini rimpasto porta ad accentrare nelle mani del sindaco anche la fondamentale delega al bilancio oltre quella già in carico, altrettanto fondamentale, dell’urbanistica, mentre suscitano parecchi dubbi le competenze del neo assessore riguardo le deleghe a lei attribuite – spiegano i 5 Stelle – La scelta è, oltrechè irricevibile dal punto di vista politico, anche inopportuna. A pochi giorni dalla Commissione e dal consiglio comunale che ha inserito nella variante al bilancio una proposta di acquisto dei magazzini del mercato ittico dall’attuale proprietà, Gesturist Srl, al fine di recuperare finalmente i crediti che l’Ente comunale vanta dal lontano 2011, ha infatti dell’incredibile la nomina della Pedulli, in quanto già assessore della Giunta Panzavolta e quindi firmataria di tutte le delibere di Giunta legate alla scissione Gesturist”.

“Ad oggi il Comune di Cesenatico vanta nei confronti dell’ex partecipata crediti per oltre 2 milioni di euro che riguardano partite precedenti alla scissione e oltre 1,2 milioni di euro per partite post scissione. A questo potrebbero venire aggiunti i 4 milioni di euro per danno erariale che hanno portato l’ex sindaco Panzavolta e la dirigenza Pd di allora a processo – continuano i 5 Stelle – Quanto ci è costata la scissione in termini di credibilità, quanto in spese legali? Come può un membro della ex Giunta Panzavolta in carica dal 2006 al 2011, essere nominata addirittura assessore alle partecipate dopo quanto successo? Dov’è andata persa quella discontinuità dal passato tanto sbandierata dal sindaco Gozzoli? Sono bastati due anni per pensare che tutto sia stato dimenticato? Come potrà l’amministrazione rassicurare i propri cittadini, spiegando questa scelta, nell’ottica di garantire la gestione di quei crediti vantati dal Comune e tutt’oggi non ancora riscossi? In conclusione la domanda sindaco Gozzoli è questa: E’ ancora convinto di avere scelto le persone migliori, per competenza e cambiamento, per ricoprire quei ruoli?”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *