Pescati 400 kg di rifiuti in mare LE FOTO

Poco prima della mezzanotte di giovedì 31 gennaio il peschereccio, che pratica pesca a strascico, Levriero II ha fatto ritorno in porto a Rimini con 400 chilogrammi di rifiuti pescati sul fondale al largo di Rimini in corrispondenza delle rotte delle navi.

Tra i rifiuti più frequenti issati a bordo ci sono sacchi della spazzatura pieni e calze in plastica tipiche della coltivazione delle cozze. In questo caso però hanno ritrovato anche taniche piene di vernice e di olio.

Il capitano della barca Tomas Parenti, ha 22 anni ed è il più giovane della marineria di Rimini. Presente anche Sauro Pari della Fondazione Cetacea di Riccione che da anni si batte per la pulizia del mare Adriatico.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *