Sul palco si fonde la classica e il folk

Folk e classica in una fusione inedita. Domenica 10 febbraio, al teatro di Cesenatico, per la prima volta nell’edizione di Cesenatico Classica, il ritmo popolare del folk si fonde in una joint venture sonora con la perfezione melodica della classica. Da un lato Simona Cavuoto al violino, dall’altro Walter Zanetti alla chitarra.

Su queste fondamenta è imbastito il programma che, a partire dalle 17, vedrà esibirsi sul palco del Comunale i due artisti che sostituiscono “Ornitophonica” il concerto in programma in origine annullato per cause non imputabili alla direzione della rassegna.

Le musiche e i compositori si ispirano alla danza nella sua radice popolare come Granados, Bartòk, Guerra Peixe, Gnattali, Villa Lobos, Piazzolla. Danze popolari rivisitate in linguaggi nazionali musicali raffinati sostengono e si accompagnano ad una cantabilità struggente tipicamente vocale grazie all’esplorazione emotiva e spontanea di due strumenti musicali affini e diversi.

Infatti il violino storicamente ha spesso rappresentato una continuazione della voce umana proprio grazie al suo archetto che gli permette di imitarne attraverso la lunghezza dei suoi suoni, la cantabilità e l’espressività della parola. La chitarra è ugualmente di origini molto antiche: è uno strumento che deriva dalla chitarra barocca e ancora prima dal liuto diffuso ovunque e le cui radici si possono ritrovare anche nell’antico Egitto. Il timbro dolce e soave ne hanno fatto uno strumento ad uso sia di composizioni polifoniche che di accompagnamento di danza e canto.

Come di consuetudine, dopo aver apprezzato il tripudio sonoro, la giusta ricompensa è il buffet e l’aperitivo offerto dalla Piadineria Titti che sarà servito nel foyer.

Hanno creduto nel programma e nella direzione artistica di Thomas Cavuoto il Comune di Cesenatico che continua a appoggiare la rassegna Cesenatico Classica sia in inverno che in estate, RomagnaBanca, Adria Bandiere, Sicograf, piadineria dalla Titti e livingcesenatico.

Il costo dei biglietti è di 10 euro sia per platea che per i palchi; prenotazioni all’Ufficio Cultura e Teatro di via Armellini, 18B (Museo della Marineria­) tel. 0547 79274
 da lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 oppure è possibile acquistare il biglietto il giorno del concerto direttamente in teatro.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *