Droga: due giovani nei guai

Nel primo pomeriggio di giovedì 9 maggio, il personale della Polizia locale di Cesenatico, nell’ambito di un’operazione di prevenzione e repressione delle attività di spaccio di droga, hanno notato due giovani con fare sospetto nei pressi di uno stabilimento balneare.

La zona è conosciuta dagli agenti come frequentata da persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti, infatti i vigili hanno notato un atteggiamento sospetto di due persone di etnia nord africana. Così hanno deciso di intervenire e procedere al controllo dei due uomini. Dai documenti è risultato che uno di questi è tunisino, 36enne e l’altro, un libico di 28 anni.

I due giovani, fin da subito, hanno mostrato segni di nervosismo, quindi gli agenti li hanno invitati a esibire tutto quello che avevano nelle proprie tasche. E’ risultato che possedevano tre involucri di sostanza stupefacente, verosimilmente di tipo hashish, del peso complessivo di circa 3 grammi. In più erano in possesso di una somma di denaro contante di 410 euro, probabilmente frutto dell’attività illecita.

I due sono stati quindi accompagnati negli uffici del Comando di Polizia Locale di Cesenatico per l’identificazione, la perquisizione e la predisposizione degli atti di polizia giudiziaria. In un secondo tempo, i due nord africani sono stati accompagnati al Comando della Compagnia dei carabinieri di Cesenatico per la sottoposizione a rilievi dattiloscopici, previo avviso al Pubblico Ministero di turno. Il tunisino è stato denunciato per il reato di traffico e detenzione di sostanze stupefacenti; il libico è stato denunciato per soggiorno illegale in Italia.

Pin It

2 thoughts on “Droga: due giovani nei guai

  1. In due 3 grammi, dopo questo straordinario intervento contro feroci malviventi,e narcotrafficanti internazionali ripetiamo 3gr in due, le nostre strade saranno libere da droghe.

    • Anna Budini 14 Maggio 2019 at 15:26 - Replica Author

      Attenzione ai termini che vengono utilizzati nei commenti: nel web non governa l’anarchia e se si diffama poi non ci stupiamo se arrivano denunce. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *