Polizia locale strappa dalla morsa della violenza una 45enne

Non solo servizi antidroga del nucleo “Antidegrado-Controllo di vicinato” della polizia locale di Cesenatico, ma anche interventi di tutela a favore di una donna 45enne, abruzzese ma residente a Forlì, vittima di violenza da parte del compagno. Verso le ore 11.00 di giovedì due agenti, mentre stavano effettuando un controllo nella zona della stazione di Cesenatico, hanno notato una donna con evidenti segni al volto determinati da ecchimosi nell’occhio destro, tumefatto e alla bocca.

Un quadro, questo, verosimilmente riconducibile a percosse; la signora è stata avvicinata dagli stessi agenti ed ha riferito della violenza fisica ricevuta dal compagno la sera prima, allo stesso modo di una ventina di giorni precedenti; in quell’occasione, le aveva sferrato pugni e altri colpi a caso; al pronto soccorso le erano stati riconosciuti una ventina di giorni di prognosi.
L’altro ieri lo stesso copione, oltre a nuove percosse le ha distrutto anche il telefono cellulare. Portata al pronto soccorso a Cesenatico, per le prime cure è stata dimessa (con cinque giorni di prognosi) e poi accompagnata presso il Comando di Polizia Locale di Cesenatico per presentare la querela per lesioni. Rimaneva però in piedi un altro aspetto, non di secondaria importanza in questi casi.

Come proteggere e difendere la donna da ulteriori nuovi attacchi di ira sconsiderata del compagno o convivente? Ebbene attraverso uno dei centri antiviolenza della zona, contattato dall’ufficiale di servizio della Polizia locale, è stata individuata una struttura protetta dove la donna è stata poi accompagnata con tutte le garanzie di protezione e riservatezza del caso.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *