Decesso del cane: in aumento la cremazione

Fissa il tuo cane negli occhi e prova ancora ad affermare che gli animali non hanno un’anima
(Victor Hugo)

Forse in pochi sanno che a Bellaria, esattamente in via Giovanni XXII, da qualche anno ha aperto il primo cimitero per cani di tutta la Romagna. E l’idea è nata al titolare delle Onoranze Funebri Luciano Libici di Cesenatico. “Tanti clienti ci chiedevano questo servizio, proprio da qui è nata la nostra idea che si è poi concretizzata”.

Un vero e proprio cimitero per gli amici a quattro zampe, anche se il titolare delle Onoranze Funebri di Cesenatico spiega: “Circa il 70% dei proprietari chiede la sepoltura, mentre il restante 30% sceglie la cremazione per conservare le ceneri. Una percentuale quest’ultima in aumento”.

E se le richieste particolari sono incisioni di frasi sulla lapide e foto con i proprietari, c’è anche chi esprime il desiderio di seppellire il proprio cane nella tomba di famiglia, ma al momento la legge regionale dell’Emilia Romagna non lo permette.

In tutto questo un aspetto da non trascurare sono la serie di adempimenti burocratici per evitare di incorrere in sanzioni, in particolare se il cane è dotato di microchip, che lo ricordiamo è obbligatorio.

I passaggi da ricordare sono semplici:

  • recarsi dal veterinario (o chiedere visita a domicilio) per fare attestare il decesso
  • il veterinario compilerà un certificato di decesso
  • presentare il certificato al Servizio Veterinario della Asl di pertinenza o all’Ufficio Anagrafe entro 15 giorni per il Comune di Cesenatico

Per la sepoltura è necessaria una distinzione. Infatti se il cane è morto per cause naturali o traumatiche è possibile seppellire il cane in un terreno di proprietà o in alternativa farlo cremare da ditte specializzate e conservare le ceneri oppure se non si ha a disposizione un terreno privato ci si può risolvere alle onoranze funebri che effettuano questo specifico servizio.

Se invece il cane è morto per una malattia infettiva la sepoltura “domestica” è vietata, dato che c’è il rischio di contaminazione delle falde acquifere. Le uniche alternative sono la cremazione o la sepoltura in un cimitero per animali oppure affidarlo al veterinario che affiderà il corpo a ditte specializzate.

Ricordiamo che la sanzione di omessa denuncia di scomparsa, morte e trasferimento di proprietà va da 78 a 233 euro.

Clicca qui per ulteriori informazioni sull’anagrafe canina del Comune di Cesenatico.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *