Circo di Vienna: “Noi restiamo e aspettiamo il sindaco”

“È arrivato il momento di chiarire il nostro punto di vista o meglio è giunto il tempo di spiegare la situazione”, Fabrizio Faggiotto, tour manager del Circo di Vienna interviene sull’ordinanza firmata dal sindaco di Cesenatico per lo sgombero del circo in questione (clicca qui per leggere l’articolo).

“Da più di un mese siamo attendati a Cesenatico in attesa di ricevere il codice identificativo (codice che ci permetterebbe di lavorare qui o di smontare tutto e andare altrove). Siamo a titolo attendati in un terreno privato per la cui occupazione abbiamo regolarmente pagato il canone di locazione, con noi ci sono i nostri animali per i quali l’Ausl ci ha dato il benestare dopo averne verificato lo stato di benessere e salute”, spiega Faggiotto.

“Questo è quanto e onestamente ci sembra piuttosto chiaro, quello che davvero è a dir poco fumoso è il comportamento del Comune che ci rimanda di continuo di Commissione in Commissione per il rilascio del codice, che ci diffida dallo stare su un terreno privato adducendo ragioni che a dirla fino in fondo non ci sembrano poi così fondate ed in ultimo fa emettere a nostro discapito un atto di sgombero che scade domani mattina (sabato 10 agosto) – continua tour manager del Circo di Vienna – Ma perché anziché far arrivare le forze dell’ordine il sindaco non viene da noi e al posto della coattività non usa il dialogo cercando di instaurare con noi quel dialogo che noi stiamo cercando da circa un mese? Noi, caro sindaco, domani la aspettiamo perché la vita insegna che solo sul dialogo si costruiscono le basi della civiltà”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *