Taglio del nastro della nuova area del porto

Nella giornata di domenica 8 settembre il sindaco Matteo Gozzoli insieme al presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini inaugurerà la nuova area del porto dove si sono recentemente conclusi i lavori del bando europeo FEAMP. L’appuntamento è fissato per le 17 presso l’area portuale, nelle immediate vicinanze del marcato ittico.

Grazie, infatti, alla partecipazione al bando FEAMP 2014/2020 per la riqualificazione dei porti, dei luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca, il Comune di Cesenatico ha ottenuto nel 2017 un importante contributo dalla Regione Emilia Romagna. A fronte di una domanda ammissibile di 1.000.000,00 euro il finanziamento ottenuto era pari a 723.072,47 euro, a cui, successivamente, si sono aggiunti 123.665,92 euro (a fine 2018, infatti, c’è stato uno scorrimento della graduatoria che ha visto riassegnare fondi ai Comuni che avevano partecipando al bando europeo) portando cosi a 846.738,39 euro il contributo regionale.

Il progetto i cui lavori sono iniziati a maggio 2018 e si sono conclusi nell’estate 2019, ha previsto la riqualificazione dell’area portuale e la messa in sicurezza della banchine del molo di Ponente, interessando un’area di circa 7.000 mq, dal piccolo squero alla darsena. Il progetto, primo stralcio funzionale di un intervento strutturato ben più ampio, era stato formulato in risposta alle numerose criticità segnalate dagli operatori del settore della pesca, nonché dal locale Ufficio Circondariale Marittimo, relativamente alla riqualificazione dell’area mercatale, alla messa in sicurezza delle banchine e alla difesa dalle ingressioni marine, alla sicurezza negli ambienti di lavoro, nonché al riammodernamento delle banchine.

Nello specifico l’oggetto di questo primo stralcio ha riguardato l’innalzamento della quota delle banchine di 25/30 centimetri, fino al raggiungimento della stessa quota del centro storico, che si attesta a +1.10 sul livello del medio mare e l’allargamento della stessa fino alla quota di 180 centimetri per rendere più agevoli le operazioni di scarico.

L’innalzamento delle banchine è stato accompagnato da interventi di consolidamento delle strutture portanti sottostanti (frangiflutto). Dal punto di vista architettonico si è proceduto al rifacimento della pavimentazione delle banchine, sostituendo la selce con blocchi in cemento modulare di colore grigio. Analogamente è stata completamente rifatta la pavimentazione del piazzale, la selce levigata presente da diversi decenni è stata sostituita con cemento gettato in opera; un materiale più consono alla destinazione produttiva dell’area spesso sottoposta a traffico pesante.

“La nostra progettazione sull’area portuale – commenta il sindaco Matteo Gozzoli – sta portando importanti risposte per la nostra pesca, per la nostra economia e per il nostro ambiente. La strada intrapresa con l’atto di indirizzo votato dal consiglio comunale nel 2016, che ha tracciato la road map per gli interventi portuali, era quella giusta. In un biennio – continua il sindaco – abbiamo creato le condizioni per un ciclo di interventi sul porto tra i più importanti della storia recente del nostro paese. Valorizzare queste aree e non lasciarle al degrado significa investire sul futuro e sul lavoro delle tante imprese della pesca e non solo. Investire sulla pesca a Cesenatico significa rafforzare la nostra immagine turistica di borgo marinaro che vanta una ristorazione e un’ospitalità tra le migliori in Regione. Desidero ringraziare il presidente Bonaccini e tutta la Giunta regionale per il grande impegno profuso nel mettere a bando importanti risorse per la riqualificazione delle aree portuali”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *