17 famiglie di Cesenatico nel video della hit del rapper Sapi

a cura di Fulvio Ricuperato

Si chiama “Amate i vostri figli” e è uno dei nuovi brani composti da Samuele Sapia in arte Sapi. Samuele Sapia nasce il 17 agosto 1990 a Erba, in provincia di Como, ma dopo pochi anni, insieme alla sua famiglia si trasferisce col padre a Cesenatico. Sin da piccolo amante della musica, si avvicina alla musica rap grazie agli Articolo 31 che lo hanno ispirato e portato a realizzare 5 album, l’ultimo pubblicato lo scorso maggio dal titolo “Anime irrequiete capitolo II”, che contiene 5 tracce tra cui proprio “Amate i vostri figli”.

Sapisapi Sapia nei suoi testi focalizza l’attenzione come è solito nel rap non solo sull’importanza e sul peso delle parole ma, si impegna soprattutto a trasmettere un messaggio chiaro e delle emozioni forti come in “Amate i vostri figli”, di cui ha pubblicato anche un video visibile su Youtube, in cui ha coinvolto 17 famiglie di Cesenatico.

Il suo ultimo album “Anime irrequiete capitolo II” è disponibile su tutti gli store digitali, Itunes, Amazon, Spotify, Google Play, Dreezer e Tidal. Invece il canale YouTube per iscriversi e vedere i video dei singoli è: Sapi Official.

“Ho scelto questo titolo – ha spiegato Sapi –  perché penso che amare i figli non si possa limitare a dir loro del cibo, un tetto e dei giochi.. penso che voglia dire di più e mi pare che oggi il rapporto con i figli sia un po’ troppo sbrigativo”.

“I miei artisti preferiti – aggiunge – sono tanti, ne dico alcuni: J-ax, Caneda, el domino, Fabri Fibra, Rancore e ce ne sarebbero ancora molti. La scena romagnola la trovo molto viva in questo momento è pieno di rapper nuovi e molti che resistono da anni, ci sono Alfred D’ e Geema che sono più fratelli che amici e sono fortissimi a rappare, ci sono i vari Frèè, Lady Julss, mio fratello Loop con il suo primo disco presto in uscita, Nik Riviera, Moder, Materia, Slat, Ydra…e mille altri è veramente pieno”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *