Tonnellate di C02 risparmiate grazie alla bici

Per il secondo anno consecutivo i Comuni di Cesenatico e Cesena hanno messo a disposizione dei cittadini il progetto sperimentale “Al lavoro o a scuola in bicicletta”, progetto finanziato dal Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro del Ministero dell’Ambiente, Tutela del territorio e del mare.

Il bando ha previsto incentivi economici chilometrici per chi risiede a Cesenatico o a Cesena e sceglie di usare la bici nel percorso casa-lavoro al posto della macchina privata. La seconda edizione del progetto si è dimostrata ricca di novità, anche sulla base delle richieste e dei risultati del primo anno di attuazione del progetto.
Quest’anno, infatti, hanno potuto usufruire degli incentivi anche gli studenti maggiorenni o i genitori di studenti residenti a Cesenatico che hanno scelto la bicicletta per raggiungere la sede scolastica sita in città o nei Comuni limitrofi.

immagine repertorio

È previsto un incentivo di 25 centesimi di euro per ogni chilometro del percorso casa-lavoro o casa/scuola e viceversa, con un tetto massimo di 50 € al mese, con l’obbligo di raggiungere un minimo di 20 € di incentivi nei sette mesi di progetto (altrimenti si perde il diritto al contributo). Il tragitto viene calcolato dalla specifica APP “Wecity” installata sul proprio dispositivo o secondo il percorso stradale più breve o funzionale e sicuro del proprio percorso casa-lavoro-casa o casa-scuola/casa. L’iniziativa ha preso il via il 1° aprile 2019 e si concluderà il 31 ottobre 2019.

Ad oggi i cittadini che hanno scelto, volontariamente, di lasciare a casa l’automobile e recarsi al lavoro in bicicletta sono 62 di cui 46 donne e 16 uomini. Sono 6 gli studenti che hanno scelto di aderire a questo importante progetto usufruendo degli incentivi. Tanti sono stati i chilometri percorsi dal mese di aprile, ben 29.140km, soprattutto nei mesi estivi.
In termini di risparmio energetico, inoltre, i dati parlano chiaro e sono incoraggianti, ovvero l’utilizzo della bicicletta in sostituzione di un veicolo a motore ha permesso un risparmio pari a 4,2 tonnellate di anidride carbonica (CO2).

È importante ricordare che, al fine di dare la possibilità al maggior numero di persone di partecipare, il bando era indirizzato a chi lo scorso anno non ha aderito al progetto.
“Siamo contenti che anche quest’anno molti cittadini abbiano scelto di aderire al nostro progetto di mobilità sostenibile – commenta l’assessore ai lavori Pubblici Valentina Montalti – Proprio per aumentare la il numero di partecipanti abbiamo deciso, di coinvolgere studenti e genitori affinché lasciando a casa l’auto scegliessero il mezzo più ecologico per recarsi a scuola”.

“Cambiamo marcia è un progetto di ampio respiro – conclude il Sindaco Matteo Gozzoli – e la collaborazione con il Comune di Cesena nasce dalla volontà di promuovere e sviluppare infrastrutture e servizi integrati ed innovativi per favorire la mobilità sostenibile lungo i percorsi casa-scuola e casa-lavoro nei nostri territori.”
Per maggiori informazioni e chiarimenti invitiamo a visitare il sito www.cambiamomarcia.it

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *