Censimento: iniziate le rilevazioni sul territorio

In questi giorni quattro dipendenti del Comune di Cesenatico (muniti di cartellino di riconoscimento) si stanno recando in alcune abitazioni della città per effettuare il Censimento Permanente della Popolazione e delle Abitazioni. Dal 2018 l’Istat conduce la nuova rilevazione che consente un rilascio di informazioni continue e tempestive, rappresentative dell’intera popolazione. Rispetto al passato, la rilevazione ha cadenza annuale, non più decennale e non coinvolge tutte le famiglie nello stesso momento, ma solo un campione di esse. Ogni anno le famiglie chiamate a partecipare sono in tutto il territorio nazionale circa 1.400.000, in oltre 2.800 Comuni.

Il Censimento fornisce informazioni sulle principali caratteristiche della popolazione a livello nazionale, regionale e locale. Si tratta di informazioni utili a singoli cittadini, imprese, associazioni per progettare e fare scelte, organizzare attività e valutare risultati. Informazioni che risultano indispensabili anche per gli amministratori pubblici locali e non solo per programmare e monitorare gli interventi sul territorio.

Il Censimento si compone di due fasi:

  • La prima, dal 1 al 9 ottobre, viene effettuata tramite 4 rilevatori che si recano presso l’abitazione con l’ausilio di un tablet per effettuare la verifica dell’indirizzo; dal 10 ottobre al 13 novembre, si sottopone il questionario alle circa 125 famiglie indicate dall’Istat. In questa fase i questionari devono essere compilati con l’aiuto del rilevatore
  • La seconda riguarda circa 530 famiglie alle quali viene spedita da Istat una lettera che contiene, oltre tutte le informazioni, anche le credenziali per accedere al sito per compilare online in autonomia il questionario dal 7 ottobre al 13 dicembre

Chi necessita di aiuto nella compilazione può presentarsi agli Uffici Anagrafe negli orari di apertura lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle 8.30 alle 12 e il sabato dalle 9.30 alle 11.30 oppure può attendere che passi il rilevatore all’indirizzo di residenza dal 8 novembre e fino al 20 dicembre.

“Il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni è uno strumento molto utile per chi amministra pro tempore la cosa pubblica – commenta il sindaco Matteo Gozzoli – poiché fornisce un quadro chiaro della situazione socio-economica del nostro paese e ci permette di programmare e intervenire laddove ci sia una maggiore necessità. Ricordo che aderire è un obbligo di legge, ma anche un’importante opportunità per tutti noi di conoscere meglio l’ambiente in cui viviamo ed è per questo che la piena collaborazione delle famiglie è fondamentale. I principali vantaggi introdotti dal nuovo Censimento sono, inoltre, un contenimento dei costi e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie. Ringrazio tutti i cittadini che parteciperanno”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *