Le onde si infrangono su Cesenatico IL VIDEO

Un pomeriggio di tensione e allerta per chi ha fronteggiato il maltempo. Dopo una notte in cui un mezzo metro di acqua ha coperto Cesenatico il picco di potenza d’urto delle onde è arrivato puntuale a metà mattinata. Gli uomini della protezione civile sono stati impiegati nel contenimento della marea nei punti critici come la zona di Valverde del Bagnoschiuma che da sempre è il fronte di questa battaglia.

L’acqua del mare infatti rischiava di penetrare nei cortili dei condominii che sono sul mare e da lì sfogare sul viale Carducci. Ma uomini e ruspe hanno limitato i danni.

+++ LE FOTO ORA PER ORA NEI PUNTI CRITICI+++

I vigili del fuoco volontari di Cesenatico, dopo gli interventi della notte (leggi qui) e della mattina in piazza delle conserve (leggi qui), sono dovuti andare in una via del centro storico per recuperare un gatto. Anche in questo caso grande plauso per gli uomini del 115 che, nonostante il rischio per la collettività dovuto al maltempo hanno trovato tempo e pazienza per l’intervento di un privato.

Via vai quasi continuo di camion carichi di sabbia e ruspe a ponente per limitare l’avanzata di un ipotetico nuovo canale di scolo, quello nei pressi della colonia 12 stelle. Ma vagonate di sabbia e ruspe di Cesenatico Servizi hanno fatto il loro lavoro fino alle 16 circa quando il maltempo ha ridotto la sua intensità.

C’è nuova allerta meteo (leggi qui), ma dipende in gran parte per le conseguenze della piena dei fiumi, per fortuna il livello di allarme sulla costa è diminuito.

Il sindaco Matteo Gozzoli, nel tardo pomeriggio serata, è intervenuto su facebook per dare aggiornamenti sulle condizioni meteo.

“[…]Grazie al lavoro congiunto e alle 6 pompe idrovore a mare delle porte vinciane abbiamo tenuto monitorati i livelli dei canali interni, scaricando acqua in mare anche nei momenti in cui la marea e le onde non lo consentivano. Non sono mancate le preoccupazioni per i livelli molto alti del Madonnina e di altri canali ma posso assicurarvi che la situazione è sempre rimasta sotto controllo.
In serata sarò nuovamente alle porte vinciane per decidere se riaprire”.

“Vorrei ringraziare tutti: tecnici del Comune, del Consorzio, volontari di Radio Soccorso, Vigili del fuoco volontari, Polizia Locale, Cesenatico Servizi, Euroscavi e Graziano Borghetti per il lavoro fatto in queste ore.
Se i danni non sono stati elevati è stato anche grazie al lavoro di donne e uomini che hanno collaborato per ore, lavorando anche sotto la pioggia e vicino al mare in tempesta per evitare allagamenti e danni. Grazie di cuore”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *