Noi, i ragazzi dello zoo di Cesenatico

di Mario Pugliese

Condivido le apprensioni di Forza Italia per la Notte Rosa, ma pensare che i Giardini al Mare diventino l’emporio dello «sballo» solo il 7 luglio mi pare – anzi è – riduttivo e paradossale, un po’ come gli stalkers con la mimosa in mano l’8 marzo.

Non sono un genitore «bacchettone», anzi. Sono cresciuto negli anni dei «Ragazzi dello Zoo di Berlino», adoro i bar malfamati di Caracas e – come Mark Twain – penso che il proibito abbia un fascino che lo renda «indicibilmente desiderabile». Ma ho una figlia di 13 anni e il mio spirito liberista, ogni giorno, deve scendere a compromessi. E allora, non fidandomi (mai) dei rumors di paese, qualche sera fa, con il mio cane al guinzaglio, mi sono avventurato di notte ai Giardini al Mare. Il risultato? Cari genitori, abbiamo un problema.

Lascio agli amanti dei dettagli le lagnanze sul degrado del verde o sul decoro degli arredi. A me interessano solo quei tredicenni che ogni sera, con lo spinello in bocca e la birra in mano, si ritrovano lì, come in un’oppieria cinese, a godersi le loro sniffate sotto l’occhio vigile dei pusher.

Ora, chi pensa che sollevare un problema di ordine pubblico significhi alimentare pretestuosamente una polemica politica, può anche fermarsi a questo capoverso. Ai genitori come me, invece, dico che qualcosa va fatto. E non solo per la Notte Rosa.

Perché tutti quei teen-agers «sballati», sul piano pedagogico, ci imporranno anche un «mea culpa», ma sul fronte della sicurezza, è evidente che in quella zona pochi sono i controlli, ovvero agenti o militari che, con la torcia in mano, danno un’occhiata a cosa accade di notte tra le panchine e le altalene. Lì, ogni sera, tanti giovani di Cesenatico si divertono. Senza sorridere mai.

Pin It

One thought on “Noi, i ragazzi dello zoo di Cesenatico

  1. alessandra frigerio 7 luglio 2017 at 18:11 - Replica

    Grazie! Interessante riflessione che fa mamma non posso ne ignorare, ne non condividere con apprensione!
    Mi unisco a lei! E vorrei chiedere all’Amministrazione di istituire un tavolo di dibattito per escogitare un intervento mirato a 360°!
    Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *