Circo a Zadina, denuncia e animale sequestrato

Il trasportino nel quale era detenuto il canguro

Il gruppo dei Carabinieri – Forestale di Forlì-Cesena ha staccato una denuncia penale per violazione della legge 150 del 1992. Esibizione e detenzione di animali pericolosi con mancata autorizzazione del Prefetto. E sequestro dell’animale. Questo l’epilogo della serata di giovedì 13 luglio a Zadina, dove in piazza Kennedy era in programma il teatro-circo.

Scarica gratuitamente l’app di Living Cesenatico e potrai ricevere sul tuo smartphone la segnalazione dei fatti più importanti della città.

APPLE STORE –> https://goo.gl/3yC9TF
ANDROID STORE –> https://goo.gl/y3T6XM

Dopo l’irruzione del Movimento 5 Stelle con il parlamentare Paolo Bernini e l’arrivo dei carabinieri sono iniziati i guai per i circensi. Infatti il direttore artistico ha esposto e fatto toccare anche ai bambini il marsupiale, che non si tratta di un canguro, ma di un esemplare di wallaby, ma che comunque per la legge viene considerato un animale pericoloso e quindi sottoposto ad autorizzazione.

E proprio per la mancata autorizzazione il direttore artistico si è visto recapitare la denuncia e sequestrare l’animale. Al momento l’esemplare è in affidamento temporaneo al proprietario, in attesa che il Magistrato decida un’idonea struttura alla quale destinarlo. Il veterinario dell’Ausl invece non ha riscontrato maltrattamenti sul wallaby.

La versione del direttore artistico del teatro-circo Marco Grioni. «Non mi è stato sequestrato, è in mio affidamento fino alla produzione della documentazione che peraltro ho già prodotto e fino a quando la mia situazione non sarà chiarita. Inoltre al momento l’ho trasportato a Lecco, quindi sotto un’altra giurisdizione. Non mi hanno neppure denunciato, infatti esistono due specie di wallaby e quello in mio possesso non la richiede nessuna autorizzazione. Infine le prossime serate mi sono state tutte confermate dall’organizzazione».

Unico errore? «A Cesenatico il Comune e l’organizzazione mi aveva chiesto di non utilizzare animali nei nostri spettacoli, infatti fino a giovedì sera avevamo presentato solo artisti di strada. Esponendo l’animale ho commesso una leggerezza, ma quando ho visto alcune persone interessate, l’ho preso in braccio e gli ho fatto fare un giro davanti al pubblico. Mi spiace che il Movimento 5 Stelle abbia creato solo subbuglio a turisti che per assistere allo spettacolo hanno pagato il biglietto. Comunque io e Spillo (l’esemplare di wallaby, nrd) aspettiamo giustizia».

L’intervento del sindaco Matteo Gozzoli. «In primis la manifestazione non era stata autorizzata dal Comune di Cesenatico, né l’ufficio commercio né l’ufficio turismo infatti avevano rilasciato permessi. L’associazione che da anni organizza eventi a Zadina aveva presentato un programma che non comprendeva tale data. Agli uffici non era mai stata comunicata la richiesta di autorizzazione per spettacoli con presenza di animali, bensì le proposte, anche del passato, riguardavano spettacoli con burattini, clown e acrobati. Ringrazio infine gli attivisti del Movimento 5 Stelle e l’on. Bernini per il loro contributo».

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *