Maratona Alzheimer: una corsa oltre la corsa

Pronti a tornare in pista per la VII edizione della Maratona Alzheimer in programma domenica 16 settembre. Confermate le tre gare competitive che, partendo da tre punti differenti, accompagneranno gli atleti dalle colline fino alle spiagge di Cesenatico: la distanza regina con il via da Mercato Saraceno (partenza ore 9), la 30 km da Borello (ore 9:30) e la 21 km da Cesena (ore 10) che partirà dall’Orogel Stadium Dino Manuzzi in linea con il percorso e si allungherà poi per 5 km all’interno di Cesenatico passando per il lungomare, lambendo poi il molo, prima di giungere al parco di Levante.

La Maratona, il cui percorso è omologato Fidal, anno dopo anno ha visto un incremento dei partecipanti (384 nel 2017). Le altre due distanze saranno sotto l’egida della Uisp. La 21 chilometri, novità 2017, ha portato in strada, nell’anno del proprio esordio, circa 200 atleti. Saranno 3 grandi maratoneti a fare da Direttori di Gara per le 3 distanze: Edgardo Pari seguirà la Maratona; Luciano Bigi, facente parte del Club Supermarathon, che ha percorso oltre 500 maratone seguirà la 30 km; mentre Armando Casablanca dirigerà la 21 km.

Grande novità di quest’anno sono i traguardi intermedi che saranno rilevati per la Maratona sia a Borello sia al passaggio dallo stadio di Cesena, mentre per la 30 km si segnala il passaggio intermedio sempre davanti allo stadio. I primi atleti giunti a questi traguardi vinceranno un premio davvero innovativo. Grazie alla partnership con una nuova start up del territorio Project Ares, i vincitori dei traguardi intermedi otterranno le solette prodotte da questa azienda che attraverso l’utilizzo della fibra di carbonio ha creato un prodotto in grado di migliorare la performance sportiva.

Per i vincitori assoluti della Maratona invece si confermano i pettorali per l’anno 2019 di gare molto ambite: per i primi classificati pettorale di una maratona internazionale, per i secondi classificati pettorale di una maratona europea, mentre per i terzi classificati pettorale della Maratona di Roma.

L’iniziativa più amata della manifestazione rimane la camminata solidale dallo Stadio di Cesena, che è la più partecipata in assoluto tra le diverse distanze e quest’anno, proprio per i grandi numeri che attira, sarà nominata Marcia Internazionale Alzheimer, con partenza alle 8. Per chi preferisce un percorso più breve confermata tra le camminate solidali anche la 8 km con partenza e arrivo al parco di Levante di Cesenatico, che attraversa la spiaggia, sino a raggiungere il porto leonardesco.

Particolare attenzione verrà data sul fronte della sicurezza sia lungo il percorso, garantendo una più incisiva chiusura al traffico delle strade interessate, sia all’arrivo nel Village allestito all’interno del parco di Levante di Cesenatico, che ha visto lo scorso anno un afflusso di quasi 5.000 persone. Ma la vera forza organizzatrice dell’intera manifestazione resta la collaborazione con le oltre 50 associazioni che rendono possibile la realizzazione di tutte le iniziative dando un segno tangibile di una comunità che esplicita il valore che la contraddistingue, la solidarietà, con impegno, passione e dedizione.

Nel 2017 proprio grazie ai quasi 600 volontari, la realizzazione dell’evento si è poi concretizzata nel sostegno all’associazione Amici di Casa Insieme, ideatrice dell’evento. La cifra raccolta nella scorsa edizione è stata di oltre 45.000 euro per sostenere il Fondo Alzheimer 360°. In particolare l’importo è stato diviso tra le attività assistenziali a supporto di chi vive con la demenza in cui è impegnata l’associazione.

Anche per il 2018 tutti i fondi raccolti confluiranno nel Fondo Alzheimer 360° che si interessa sempre ai 3 ambiti ma amplia i suoi orizzonti per quanto riguarda l’assistenza per un concreto supporto ad itinerari di Città Amiche delle Demenza, indicate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come primo luogo di riferimento per il benessere delle persone che vivono la demenza. Dal punto di vista della prevenzione i Laboratori Benessere sono allargati in cinque città per sviluppare il progetto in rete, mentre per la ricerca l’obiettivo è quello di continuare il finanziamento alla borsa di studio fino al 2020 per concludere il progetto triennale.

Rimane #unacorsaoltrelacorsa il motto di Maratona Alzheimer, portato avanti in primo luogo dai Runner Solidali che si cimentano in sfide sportive individuali, accompagnate da raccolte fondi personali con l’obiettivo di sostenere in particolare il progetto di ricerca. I gruppi di Runner Solidali di Maratona Alzheimer hanno già raccolto quasi 6.000 euro correndo la Maratona di Roma nel 2016 e le gare di Maratona Alzheimer 2017. Il prossimo grande obiettivo sarà portare il gruppo a correre la Maratona di New York il 4 novembre 2018, creando una raccolta fondi per l’occasione.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *