Cesenatico pensa in grande: Giro d’Italia e Half Ironman

Un’assemblea degli albergatori Adac che non ha risparmiato critiche e polemiche sulla gestione turistica di Cesenatico. Ma un incontro nel quale non sono mancati annunci e progetti ambiziosi. Si è partiti dalla flessione delle presenze, agli incassi in diminuzione senza non fare un mea culpa. “Per quest’ultimo aspetto la colpa è degli albergatori – ha ammesso il presidente Giancarlo Barocci – Dobbiamo smettere di svendere i nostri servizi e per fare questo è fondamentale anche investire sulle nostre strutture, cose che riusciremo a fare anche grazie alle nuove possibilità che l’amministrazione comunale sta mettendo in campo”.

L’assemblea è poi continuata affrontando altri temi caldi come ad esempio le alghe in mare che hanno messo a dura prova la stagione turistica con clienti che sono partiti prima o hanno scelto altri lidi; e ancora la richiesta degli albergatori di investire i circa 2 milioni della tassa di soggiorno in promozione; la questione Palazzo del Turismo “interamente da sistemare perché così com’è impostato non funziona. Ricordo – ha specificato Barocci – che siamo l’unica città della costa a non avere uno Iat”. Il dito è poi stato puntato sul Museo della Marineria che dal 15 settembre ha già iniziato con l’orario invernale, la mancanza di eventi di grande richiamo, la pulizia delle strade, il verde pubblico poco manutentato, la raccolta dell’immondizia “in orari improponibili”. E ancora la situazione in cui versa il canale di Zadina, il degrado della località con la pineta “in stato di abbandono con sporcizia e siringhe abbandonate”. E proprio su Zadina alcuni albergatori hanno minacciato una manifestazione pacifica a firma di un “popolo indignato per una frazione abbandonata”. E ancora illuminazione e parcheggi.

Il sindaco, presente all’assemblea insieme all’assessore al turismo Gaia Morara, ha risposto agli albergatori, annunciando l’arrivo di un nuovo regolamento per i rumori in città, con strutture e locali che si dovranno dotare di impianti tarati con decibel in collegamento con la Polizia Municipale.

Sulla polizia delle strade il primo cittadino ha rimarcato l‘arrivo del porta a porta nella zona della costa, mentre nel forese una raccolta differenziata in strada e col porta porta. “Per lo spazzamento delle strade discuteremo con Hera – ha spiegato Gozzoli – Così come si potrebbe rivedere la data del 15 settembre per introdurre l’orario invernale del Museo della Marineria”.

Per quanto riguarda Zadina il sindaco ha invece annunciato la possibilità di partecipare a un bando regionale per la riqualificazione di via Colombo, via Magellano e il canale Zadina, mentre i proventi della tassa di soggiorno “verranno investiti in promozione e accoglienza, in particolare per quest’ultimo aspetto abbiamo intenzione di riqualificare i Giardini al Mare e il lungomare da Villmarina a Zadina”.

E gli eventi? Il 2020 potrebbe essere l’anno della svolta. “La Nove Colli compierà 50 anni, stiamo lavorando per portare a Cesenatico una tappa del Giro d’Italia, in questo modo il mese di maggio potrebbe essere un mese interamente dedicato al ciclismo”. Ma non è finita qua, l’amministrazione sta anche lavorando per portare a Cesenatico l’Ironman 70.3 o Half Ironman (mezza distanza).

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *