Nel dietro le quinte del palco luccicante della Notte Rosa, si è “celebrato” ancora una volta un Capodanno dell’estate alcolico. Così mentre in piazza Costa lo spettacolo dava il meglio di sè, i Giardini al Mare ed in particolare la zona dei gazebo a pochi passi dal Grand Hotel era una distesa di giovani e bottiglie di birra, vino e vodka.

Ragazzi giovanissimi piegati dall’alcol, distesi a terra e dalle facce devastate da una serata finita in ospedale. O meglio nella struttura “anti-alcol” allestita nella palestra del liceo scientifico Ferrari. Una sorta di ospedale da campo con medici e infermieri pronti a dare i primi soccorsi a ragazzi anche minorenni. Sono circa una decina quelli che sono stati trasportati nelle brandine della struttura organizzata ad hoc dall’Ausl di Cesena e dal Comune di Cesenatico. Un via vai di ambulanze che, fino alle prime luci dell’alba, hanno fatto da spola tra viale dei Mille e il centro della città.

notte rosanotte rosanotte rosa

 

 

 

 

 

I carabinieri della Compagnia di Cesenatico hanno denunciato un ragazzo 31enne per guida in stato di ebrezza, resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente perchè mai conseguita. Il giovane, originario di Padova, ma residente a Rimini, è stato beccato dai militari mentre eseguiva manovre azzardare. Ha poi ignorato l’alt dei carabinieri, andando a tamponare un’auto. A quel punto è stato fermato. Aveva un tasso alcolemico di 2, gli è stata sequestrata la Clio Renault sulla quale viaggiava ed è stato denunciato.

Attimi di paura invece per un 15enne del posto. I genitori del minorenne hanno dato l’allarme della scomparsa ai carabinieri. Il giovane è stato ritrovato poco dopo, completamente nudo, sulla via di casa.

Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

6 Comments

  • Avatar Anna Maria ha detto:

    …solo in Italia succede che per andare a un evento…servano le istruzioni per l’uso. Mancanza di senso civico…di educazione alla vita…di voglia di divertirsi capendo quello che stai facendo. Niente risa…niente gente che canta : solo secchi di alcolaccio rimescolato con sostanze di infima qualità. Ecco come rovinare definitivamente le vacanze alle persone. Controlli alla base : cosa usano per gli intrugli che spacciano per cooktails anche se ne bevi uno alla mattina hai il cerchio alla testa…controllo a tappeto una sabato sera…passa la voglia a tutti di far ste porcherie che riducono la gente in polpette. A queste feste…esigere rispetto…eliminare tutti quelli che…ok occorrono pulman e luoghi spaziosi dove metterli… ma…uno due e tre…o così o così. Chi esagera deve essere isolato e portato in luogo sicuro per smaltire…la mattina paga…ribadisco …paga il servizio…e se ne torna a casa.

  • Avatar Luca Fantini ha detto:

    Oh Anna Maria, non dire stronzate dai, ho vissuto in prima persona la notte rosa proprio sotto il gazebo di fianco al grand hotel. Si, c’era solo alcol, non inventati che c’era chissà quale roba all’interno dei “cocktails”… A mio avviso c’era vodka alla pesca, tequila, birra, rum e sambuca… Ho bevuto, ma ero con un mio amico che non ha toccato alcol perché doveva guidare eppure io che ho potuto bere non mi sono ridotto in condizioni pietose. C’è sempre stato chi esagera e sempre ci sarà, ma l’autocontrollo pian piano vien da se. Evitiamo commenti del tipo ” solo in Italia” informati sulle situazioni delle altre società e vedi che c’è chi a 12 anni spara a sua madre, chi a 13 si fa di eroina o di cocaina…

  • Avatar ermenegilda ha detto:

    ma cosa ve ne frega a voi? nel senso ok fate i giornalisti..ma quelli che commentano? fatevi una vita! vi lamentate tanto ma se li vedete per strada mica glielo dite che fanno schifo, lo dite solo al vicino mentre accompagnate il tutto con una bella risata. Chissene frega se un 15enne si è snudato, cosa vi aspettavate? C’era pure Arisa e quella chi se l’aspettava? per cui non credo che sia uno scoop il fatto che ormai si va di male in peggio, ma non tirartela tanto che sotto sotto sei come tutti gli altri. ps. Oscar Wilde diceva che ognuno ha il diritto di farsi del male come meglio crede per cui tu non sei nessuno per giudicare e sicuramente non sei una persona migliore, non hai neanche un niente da fare.ciao.

  • Avatar sarah ha detto:

    Senta Anna Maria Franzoni, siamo in 10 a casa mia, abbiamo letto il tuo commento e nessuno ha capito cosa tu volessi dire se non che bisognerebbe smaltire la sbornia in un posto isolato.. vacci te in un posto isolato, tipo shutter island, e rinchiuditi vah..
    ps. il tipo non si è schiantato con la macchina, si è snudato e l’avrebbe potuto fare ovunque, anche in un posto isolato.

  • Avatar mattia ha detto:

    allora mi riferisco a quella che ha scritto questo articolo e mi ritengo utile puntualizzare sul ragazzo di 15 anni perchè hai scritto una marea di s********: primo ero con lui e altri 4 amici quella sera, secondo ha 16 anni, terzo non era completamente nudo, si era tolto i pantaloni e le scarpe perchè si era vomitato addosso, quarto non l hanno trovato i carabinieri dopo poco, ma l abbiamo perso verso mezza notte e solo alle 5 l abbiamo trovato io e i miei amici, quinto non era sulla via di casa, ma era arrivato dal marconi a casa mia perchè avevamo programmato di dormire in giardino a casa mia con gli altri 4 di prima, sesto non so come hai fatto a sapere di questo fatto, ma non mi interessa, il punto è che prima di fare questo articolo almeno informati.

  • Avatar cosmin ha detto:

    Se legalizate la maria al posto dell’alcool andrebbe tutto meglio 😉

Lascia un commento