La piadina romagnola e la salama da sugo entrano nell’olimpo dei prodotti tutelati dall’Unione europeo. Entrambi i prodotti hanno infatti ottenuto l’iscrizione al registro dei prodotti Igp (Indicazione geografica protetta), portando a 41 il numero delle specialità Dop e Igp dell’Emilia Romagna, che in questo modo si conferma leader in Italia e in Europa come la regione con il più alto numero di prodotti certificati dall’Ue.

piadina“Piadina e della salama da sugo Igp – commenta Coldiretti – costituiscono il riconoscimento di due tra i prodotti più strettamente rappresentativi del loro territorio. La piadina è un vero emblema della Romagna che affonda la sua origine sin dai tempi dei romani, anche se le prime testimonianze scritte risalgono al Medioevo, quando il cardinal Legato Anglico de Grimoard, nella Descriptio Romadiolae ne fissa la ricetta molto simile a quella attuale: si fa con farina di grano intrisa d’acqua e condita con sale. Si può impastare anche con il latte e condire con un po’ di strutto”.

La salama da sugo (chiamata anche salamina) è ferrarese per eccellenza e si lega agli Este che hanno governato la città di Ferrara. Il suo nome compare per la prima volta in una lettera di Lorenzo de’ Medici al Duca Ercole I d’Este, in cui il Magnifico ringrazia il principe di Ferrara per la salama da sugo che gli è giunta graditissima. La Salama va ad arricchire il già abbondante paniere di prodotti tipici a base di carne di maiale.

“I prodotti Dop e Igp dell’Emilia Romagna – commenta Coldiretti – sono la punta di diamante dei prodotti locali, eccellenze uniche che maggiormente rappresentano il profondo legame tra le produzioni agricole e agroalimentari e il territorio. A fianco dei prodotti a denominazione d’origine, in Emilia Romagna ci sono oltre 300 prodotti inseriti nell’elenco nazionale dei prodotti tipici e tante produzioni di qualità, che è possibile andare ad acquistare direttamente alla fonte tramite la rete di Campagna Amica. In Emilia Romagna infatti operano 771 fattorie, 135 mercati e 30 botteghe di Campagna Amica dove i consumatori possono acquistare i prodotti da filiera corta e origine garantita”.

Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento