Da venerdì 7 novembre a domenica 9 novembre al Pala De André di Ravenna si tiene la XII edizione di “GiovinBacco. Sangiovese in Festa”, la grande manifestazione enogastronomica organizzata da Slow Food e Tuttifrutti con la compartecipazione del Comune di Ravenna, che fa parte del cartellone del Wine Food Festival Emilia Romagna e richiama ogni anno migliaia di visitatori e appassionati del vino. L’apertura della festa è prevista per le 17. All’inaugurazione interverranno le autorità locali e il neo Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze Paola De Micheli, insieme alla squadra di basket dell’ACMAR Ravenna.

Banco di assaggio e vendita dei vini. Per tre giorni a GiovinBacco sono in degustazione i migliori vini rossi di Romagna, il Sangiovese Riserva e Superiore, il vino Novello, e un altro rosso a scelta delle 64 cantine presenti. Insieme ai rossi, degustazione dell’Albana o di un altro bianco prodotto da uve autoctone della Romagna, sempre a scelta dei produttori. Inoltre, è presente il banco di vendita del Romagna Sangiovese a cura del Lions Club Ravenna Bisanzio (il ricavato è a scopo benegiovinbaccofico).

Mercatino del gusto. Al Pala De André sono in esposizione e in vendita i prodotti gastronomici e artigianali d’eccellenza della Romagna presentati da 40 aziende: salumi, formaggi, olio, liquori, dolci, confetture e tanto altro. Prezioso il contributo dell’associazione “Il Lavoro dei Contadini” che porta a GiovinBacco gli artisti artigiani di Romagna: gli arazzi stampati di Egidio Miserocchi, il tavolo in cedro con le 50 “Signora Maria” in terracotta di Anna Tazzari, la visione delle panchine del falegname Stefano Rubboli e le fotografie di Mirco Villa.

Spazio a Slow Food. In questo spazio, Slow Food quest’anno propone un’importante selezione della migliore produzione di pane (dalla coppia di Ferrara al pane di Altamura) e di salumi italiani: dal fiocco di culatello allo speck artigianale, dal carpaccio di maiale in bigoncia al capocollo calabrese Dop. Un bellissimo binomio che unisce gusto e qualità all’insegna della semplicità e della grande tradizione della nostra norcineria e della panificazione regionale e nazionale. Il tutto innaffiato da grandi vini italiani (Barbera d’Asti, Teroldego Rotaliano, Brunello di Montalcino, Sagrantino di Montefalco).

Trofeo Piadina d’Oro. Venerdì GiovinBacco ospita per il sesto anno anche il Trofeo Piadina d’Oro di Romagna: fra le 17.30 e le 19.30 una giuria seleziona la migliore piadina romagnola 2014 preparata da una ventina di artigiani locali. L’evento è organizzato da Confartigianato e Cna Ravenna con il contributo della Camera di Commercio di Ravenna e con il sostegno della Banca Popolare di Ravenna. La giuria è composta da Roberta Bezzi (Il Resto del Carlino), Emanuele Bandini (Radio Bruno), Roy Berardi (Strada del Sangiovese), Fabiola Licastro (Camera di Commercio di Ravenna) e Valentino Bega esperto gastronomo (presidente della giuria). Novità di quest’anno, la presentazione della kermesse a cura di Giampiero Pizzol, comico di Zelig Off, che coinvolgerà concorrenti e pubblico con la sua divertente conduzione.

Giuria popolare del Premio Sangiovese Riserva Doc 2011. Sempre nella giornata divenerdì, 100 persone del pubblico assaggiano – fra le 18 e le 21 – le migliori Riserve di Romagna Sangiovese 2011 che quest’anno sono in concorso. Il voto della giuria popolare si sommerà poi a quello della giuria qualificata presieduta da Fabio Giavedoni, curatore della Guida Slow Wine, che si riunisce sabato mattina.

La ristorazione. Il servizio di ristorazione al Pala De Andrè è affidato allo staff dell’Osteria del Gran Fritto di Stefano Bartolini (Cesenatico e Cervia/Milano Marittima) che propone menù di terra e di mare di grande qualità. Altri punti di ristorazione di qualità al Pala De André sono rappresentati dal Ristorante La Frasca di Milano Marittima e dall’Osteria I Passatelli 1962 del Mariani di Ravenna. L’Angolo Stuzzichino è invece allestito dal Sindacato Panificatori e Pasticcieri di Confcommercio Provinciale Ravenna e propone stuzzichini che accompagnano la degustazione dei vini.

Sert e Spazio Bimbi. Già nella giornata inaugurale e per tutta la durata della manifestazione sono attivi sia lo Spazio Bimbi sia la postazione del Sert. Lo Spazio Bimbi è allestito dal Sogno del Bambino e gestito dalle operatrici della Coop Il Cerchio ed è gratuitamente a disposizione delle famiglie che vogliono lasciare i loro piccoli a giocare in uno spazio attrezzato per godersi in tranquillità la festa del vino. Gli operatori del Sert invece sono al Pala De André con la prova etilometro e per fornire ai visitatori tutte le informazioni utili sul consumo responsabile dell’alcol e sulle buone pratiche da utilizzare alla guida quando si esce per bere insieme agli amici.

Gli orari di apertura sono: venerdì 7 novembre dalle 17 alle 23; sabato 8 novembre dalle 13 alle 23; domenica 9 novembre dalle 13 alle 22. Ingresso giornaliero intero 14 euro – Over 65 anni, soci Slow Food, AIS, AIES, Onav, Romagna Visit Card, Coop Adriatica e possessori dei tagliandi “Il Piatto GiovinBacco” 12 euro. Il biglietto d’ingresso è comprensivo di calice serigrafato per la degustazione, marsupio portacalice, “Guida alle degustazioni”, assaggio dei vini, buono consumazione all’Angolo Stuzzichino, cartolina per partecipare al concorso “Vieni al GiovinBacco e Vinci”. Previsti ingressi cumulativi per 3 e 2 giorni.

Informazioni: www.giovinbacco.it – 339 4703606.

Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento