Lunedì 21 dicembre è stata presentata alla Giunta la proposta di intitolazione della corte comunale ad Oriana Fallaci. A presentare la richiesta è l’assessore Lina Amormino che ha individuato la corte della residenza municipale come luogo ideale per l’intitolazione. Qui tra fiori e verde due anni fa ha trovato posto anche la targa in memoria delle donne vittime di femminicidio .

Oriana Fallaci“La corte profuma di fiori, ma anche di istituzione – spiega l’assessore Amormino – per questo ho proposto di intitolare a una grande donna questo luogo di pregio, uscito dalla magica penna di Gio Ponti, avvicinando così due grandi nomi della cultura contemporanea. C’è una frase di questa fantastica donna che mi ripeto fin da quando ero ragazzina: ‘Non si fa il proprio dovere perché qualcuno ci dica grazie, lo si fa per principio, per se stessi, per la propria dignità’. E’ un monito a dare il massimo e un impegno costante per la mia città e per i cittadini”.

Giornalista e scrittrice, insignita del riconoscimento di “Benemerita alla cultura” dalla Presidenza della Repubblica nel 2005, Oriana Fallaci è un esempio virtuoso di coraggio e tenacia, sensibilità e tenerezza: “l’abbraccio virtuale delle due ali del Palazzo municipale al giardinetto interno, possono ben rappresentare l’omaggio e la vicinanza istituzionale a una grande donna”, conclude l’assessore Lina Amormino.

Anche il Sindaco Roberto Buda si ritiene soddisfatto di questa iniziativa che va a designare un luogo significativo a Oriana Fallaci.

Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento