foto wikipedia

Era stato il mister della nazionale delle notti magiche quelle di Baggio e Schillaci. Azeglio Vicini si è spento nelle ultime ore a Brescia; avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 20 marzo. Era un “fedelissimo” di Cesenatico dove usava trascorrere diversi mesi l’anno insieme alla moglie e alla famiglia nella casa vicino al grattacielo; la restante parte del tempo la passava a Brescia, nonostante fosse nato a Cesena nel 1933.

Vicini è stato il mister che ha portato l’Italia al Terzo posto nei mondiali di Italia 90. Dopo aver ceduto il passo all’Argentina ha agguantato il terzo posto con la vittoria nella “finalizza” con l’Inghilterra.

La scomparsa di Azeglio Vicini è una notizia che rattrista e addolora la comunità di Cesenatico. L’amministrazione comunale, nella figura del sindaco Matteo Gozzoli e di tutta la Giunta, intende esprimere le più sentite condoglianze alla moglie Ines, ai figli Gianluca, Manlio e Ofelia e a tutti i familiari. «Ho avuto modo – commenta il sindaco – di conoscere Azeglio Vicini quando lavoravo per l’ufficio stampa del Cesena Calcio. Vivendo a Cesenatico la dirigenza bianconera spesso mi chiedeva di recapitare nella sua casa vicino al mare gli accrediti per le gare casalinghe del Cesena Calcio. È in quel contesto che ho conosciuto una persona gentile e umile, un grande romagnolo che dopo l’avventura di Italia 90′, per amore della sua terra aveva accettato di allenare il Cesena per un breve periodo nel 1993 portandolo alla salvezza in Serie B. Con la sua scomparsa Cesenatico, la Romagna e tutto il Paese perdono una grande figura del nostro sport e una brava persona».

Please follow and like us:
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Lascia un commento