Sarà la fobia del crollo dei ponti dopo il disastro di Genova, sta di fatto che anche a Cesenatico c’è chi guarda con più oppressione i ponti sui quali cammina e sotto i quali passa.

E’ il caso del chiacchierato ponte di via Ferrara che da anni è preso come esempio di incuria cittadina. E ora quel ponticello pedonale è ritornato nell’occhio del ciclone. La cassa di risonanza è neanche a dirlo Facebook con post dedicati «a una delle vergogne cittadine» sulla quale c’è chi consiglia «un controllino tecnico».

E le foto pubblicate sui social non possono che dare ragione ai cittadini che puntano il dito sia sulla sicurezza del ponte pedonale che sul «decoro pubblico in una città turistica, che non si può permettere transenne attaccate con pezzi di plastica a quel poco di ringhiere arrugginite che restano e a quei pilastri in cemento dove si vede l’armatura in ferro».

 

Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento