Riceviamo e pubblichiamo una segnalazione da Massimo Balestri dell’Hotel Giamaika
“Come operatore turistico di Villamarina vorrei evidenziare un fatto: l’anno scorso con l’ inserimento della tassa di soggiorno ho fatto presente ai clienti che la somma notevole raccolta sarebbe stata destinata alla promozione e agli investimenti e abbellimenti dei vari quartieri di Cesenatico. Invece constato che l ‘unico investimento è il rifacimento della ciclabile in viale Roma e la riasfaltatura dei marciapiedi a Valverde (con lampioni talmente sporchi e vecchi che non illuminano)”.

“A Villamarina nulla, solo: buche, lampioni rotti, tombini otturati, platani non potati da decenni. Inoltre pochi giorni fa con rammarico ho saputo che neanche la guardia medica in Via Pitagora verrá riaperta con grande disagio per i nostri clienti che dovranno andare a piedi a Gatteo Mare con file interminabili. Faccio presente che Villamarina ha contribuito per circa un terzo della somma totale della tassa di soggiorno, in risposta siamo l’unica zona turistica della riviera senza Iat, senza guardia medica per turisti, senza piazza dove svolgere eventi (Piazza Volta non è una piazza, infatti non si effettuano più feste)”.

Please follow and like us:
Follow by Email
Facebook
Twitter

Lascia un commento