Pista ciclabile sì oppure no per i ciclisti? Sanzione annullata dal giudice di pace del tribunale di Forlì che ha emesso una sentenza (la seconda in Italia) a favore di un ciclista, 40enne di Cesenatico.

I fatti risalgono al 6 luglio scorso quando il ciclista stava percorrendo viale Marconi a Cesena, un’auto gli ha tagliato la strada e il 40enne è finito rovinosamente a terra con un gomito fratturato. Sul posto la Polizia Municipale di Cesena che, oltre ad avere staccato una contravvenzione all’automobilista, ha anche sanzionato amministrativamente, con una multa da 40 euro, il ciclista perché non stava transitando sulla pista ciclo-pedonale presente.

Il 40enne, difeso dagli avvocati Francesco Casanova e Cecile Comandini, ha presentato ricorso per annullare il verbale e il giudice di pace Francesca Pallotti gli ha dato ragione.

Infatti secondo il Codice della Strada (art. 182 comma 9) il ciclista se presente la pista ciclabile ha l’obbligo di percorrerla, ma ha facoltà di percorrere – se presente – la pista ciclo-pedonale (quindi dedicata non solo ai ciclisti ma anche ai pedoni), secondo un parere del Ministero dei Trasporti e una sentenza del giudice di pace di Como. Tutto sta quindi nella promiscuità della pista!

E in viale Marconi a Cesena è presente proprio la pista ciclo-pedonale. Da qui la sentenza positiva per il ciclista, al quale è stata annullata la sanzione.

Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply