Raffreddore? Mal di gola? Tosse? Qualche linea di febbre? Dolori osteoarticolari? Non vi preoccupate sono i classici e fastidiosi “mali di stagione”, in questa pillola sulla salute approfondiremo questo tema.

ioli

In primis distinguiamo queste patologie parainfluenzali, che sono tipiche dei cambi stagionali, dalla vera e propria influenza invernale. Sarà capitato a tutti di ritrovarsi con un raffreddore e mal di gola, se non addirittura qualche linea di febbre in concomitanza con la ripresa delle abitudini invernali, quando il termometro scende e lo stress sale! Il sali e scende delle temperature infatti più lo stress della vita quotidiana crea la situazione ideale per l’indebolimento del nostro sistema immunitario.

Come curarsi? Oltre all’utilizzo dei classici antinfiammatori, un valido aiuto può arrivare dai preparati fitoterapici, cosa sono? Sono degli integratori o prodotti composti da ingredienti di origine vegetale che se utilizzati nella maniera giusta costituiscono un’arma davvero efficace per liberarci dal fastidio del naso chiuso o del mal di gola. Un esempio è la propoli un rimedio tanto antico quanto efficace nel combattere virus e batteri ma anche nel rinforzare il sistema immunitario. Malva, altea ed erisimo invece hanno ottime proprietà lenitiva sulle mucose del cavo orale e danno sollievo durante il decorso delle faringiti virali.

Ma prevenire è meglio che curare quindi mentre per l’influenza stagionale vera e propria ė possibile e raccomandabile (soprattutto per le categorie a rischio) effettuare un vaccino, per la sindrome parainfluenzale non esiste una profilassi vaccinale perché i virus che la causano sono tanti e appartengono a famiglie diverse. Per proteggerci da questi “nemici” abbiamo però a disposizione alcune armi preziose!

Prima regola per non ammalarsi rimane quella di seguire le norme del buonsenso: i virus si diffondono meglio negli ambienti chiusi, caldi e affollati, per cui ė buona norma arieggiare l’ambiente sia a lavoro che a casa anche se ciò significa aprire le finestre in pieno inverno per qualche minuto.

Seconda regola: lavarsi spesso le mani dobbiamo infatti ricordarci sempre che non ė il freddo a veicolare le infezioni ma il contatto con le altre persone.

Terza regola: mantenere una temperatura degli ambienti inferiore ai 25 gradi e con una giusta umidità in modo da evitare la secchezza delle vie respiratorie e garantirne la funzionalità.

E ancora bere molto, praticare attività fisica, riposare il giusto numero di ore ed evitare di fumare sono comportamenti utili a garantire il mantenimento di un buon stato di salute e che dovrebbero entrare a fare parte delle abitudini comuni.

Ma oltre alle buone abitudini, anche in questo caso può venire in nostro soccorso la fitoterapia che è in grado di proteggere in maniera efficace e naturale il nostro organismo, limitando (quando possibile) l’utilizzo di farmaci. Ormai tutti conoscono le proprietà dell’echinacea, pianta nota per favorire le difese immunitarie di adulti e bambini proteggendoci dalle malattie da raffreddamento. La sua assunzione, magari in maniera ciclica durante l’inverno, si è dimostrata essere veramente utile nella funzione di prevenire i vari mali di stagione.

Via libera anche alle vitamine, nostre preziose alleate quando si tratta di garantire il corretto funzionamento del sistema immunitario. Normalmente queste vengono assunte con l’alimentazione (frutta e verdura), ma in periodi particolari o in situazioni di ridotto apporto è sicuramente utile integrarle dall’esterno. La vitamina C la fa sicuramente da padrona poiché è un potentissimo antiossidante naturale, indispensabile per il nostro sistema immunitario per funzionare al meglio. Utili anche le vitamine del gruppo B, che svolgono un ruolo importante nella “costruzione” dei globuli bianchi.

Meno conosciuto ma altrettanto utile l’eleuterococco,una pianta in grado di aumentare la resistenza psicofisica dell’organismo quando questo è sottoposto a stress. Questa sua caratteristica lo rende un grande alleato nel rinforzare le nostre difese ma anche nei periodi di convalescenza, quando è necessario favorire un recupero ottimale.

I rimedi naturali sono veramente tanti, l’importante è affidarsi ai consigli di un professionista esperto, che sappia indirizzare verso la cura giusta e adeguata alle nostre esigenze, evitando il famoso fai da te, nell’illusione di farci risparmiare qualche euro.

I farmacisti della Farmacia Ioli di fiducia ci tengono inoltre a sottolineare che la parainfluenza, così come l’influenza, sono patologie causate da infezioni virali, quindi un trattamento antibiotico non le previene né le cura in nessun modo e che i trattamenti antibiotici vanno fatti solo dietro a prescrizione medica in caso di complicanze e infezioni batteriche.

a cura della Farmacia Ioli in via corso Garibaldi 7 a Cesenatico.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento