Le promesse del flauto e del piano in scena con Cesenatico Classica domenica 12 gennaio. Un’altra occasione da non perdere al teatro comunale (via Mazzini) con Luna Vigni (flauto) e MariannaTongiorgi (pianoforte).
Appuntamento alle 17 per scoprire e ascoltare un programma che attinge dalle melodie francesi e tedesche soprattutto del ‘900; un intreccio molto interessante e difficile da eseguire, ma non da ascoltare. Domenica, le due musiciste regaleranno al pubblico alcune delle più virtuosistiche e intense pagine di Milhaud, Karg-Elert e Tchaikovsky.

Le note scorreranno veloci tra le dita delle due talentuose musiciste già note nel panorama classico nonostante la giovane età. Sono state finaliste di prestigiosi Concorsi internazionali (“Luigi Nono”, “G. Rospigliosi”) e premiate con il primo posto assoluto al Concorso Internazionale di Musica da camera “Rovere d’oro”.

Come ormai tradizione, a fine concerto sarà offerto ai partecipanti un aperitivo buffet targato piadineria dalla Titti.

“Si tratta di un’ora di buona musica – ha detto senza mezzi termini Thomas Cavuoto direttore artistico della rassegna – e tra qualche tempo potremmo dire di aver ospitato Luna e Marianna in tempi non sospetti a testimonianza che a Cesenatico sappiamo riconoscere talenti e guardare avanti”.

Il biglietto costa 10 euro per platea e palchi. Ai primi dieci che lo acquisteranno in biglietteria il giorno dello spettacolo sarà regalato il calendario-lunario di Cesenatico. In alternativa il biglietto può essere acquistato all’Ufficio Cultura all’interno del Museo della Marineria in via Armellini, 18B (Museo della Marineria­) tel. 0547 79274 da lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13.

Cesenatico Classica vanta il patrocinio del Comune di Cesenatico.

Da non perdere anche l’appuntamento del 26 gennaio. Per la prima volta a Cesenatico andrà in scena in grande stile l’opera con 10 elementi dell’orchestra nella buca, scenografie, costumi e… il Barbiere di Siviglia!

 
Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento