Le Sale gioco di Cesenatico contro i “proibizionisti”

Le agenzie di scommesse di Cesenatico hanno già deciso. Al grido di “Avanza il proibizionismo del gioco in Emilia Romagna”, in vista delle prossime elezioni regionali, le sale da gioco della città (ma anche qualche bar e tabacchi) hanno esposto un manifesto nel quale viene indicato – con tanto di foto – chi non votare il 26 gennaio: ovvero il Partito Democratico, rappresentato dal faccione di Bonaccini, e il Movimento Cinque Stelle, raffigurato da un’immagine – per la verità assai poco edificante – di Luigi Di Maio.

L’iniziativa è del Sapar, il sindacato servizi e apparecchi per le pubbliche attrazioni ricreative che, attraverso un manifesto esposto in quasi tutte le agenzie di scommesse della città, punta l’indice contro le nuove disposizioni del decreto dignità “con cui il Governo – protestano – rischia di far perdere, solo in Emilia Romagna, il lavoro a 10mila persone”.

Sotto lo slogan “poter giocare è libertà”, il Sapar indica di “non votare i partiti proibizionisti”, ovvero quelli che hanno votato per il divieto dei giochi nei bar, nei tabacchi, nelle sale scommesse, nelle sale dedicate, nei corner sportivi e nelle sale gioco ticket. “Alle prossime elezioni regionali – secondo il Sapar – si deve votare a difesa del gioco legale, dei giocatori franchi e di 10mila lavoratori”. Insomma, nessuna crocetta per Pd e M5S…

 
 
 
Please follow and like us:
Follow by Email
Facebook
Twitter
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Lascia un commento