In calendario il secondo appuntamento con “Romagna: l’ombelico del Mondo” dedicato a “Garibaldi da Cesenatico a Magnavacca e la morte di Anita”.

Giovedì 13 febbraio (ore 16) al Museo della Marineria di Cesenatico (via Armellini) sarà in programma la conferenza, organizzata dall’Università per gli Adulti e tenuta dal dottor Davide Gnola, direttore del Museo.

I pochi giorni che vanno dal 2 al 4 agosto sono cruciali per Giuseppe Garibaldi: giunge al suo esito tragico il disperato tentativo di raggiungere Venezia per via di mare imbarcandosi a Cesenatico, e muore Anita, sua moglie e compagna di lotte e ideali. Le poche ore passate a Cesenatico diventeranno per la cittadina romagnola il vero e proprio mito fondatore di una nuova identità, e per tutta la Romagna la “trafila” – la fuga di Garibaldi dopo la morte di Anita – diventerà un episodio quasi mitico. Anche la morte di Anita, peraltro, non sfuggirà al tentativo di creare l’ennesima “leggenda nera” su Garibaldi.

L’incontro è organizzato dall’Università per gli Adulti di Cesenatico in collaborazione con il centro sociale Anziani Insieme e vanta il patrocinio del Comune di Cesenatico.

 
 
 
 
Please follow and like us:
Follow by Email
Facebook
Twitter
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento