Insultato con offese omofobe, poi picchiato da un gruppo di giovani. E’ quello che successo in una discoteca di Cesenatico nella notte di sabato 8 febbraio. La vittima è un 30enne di Rimini che solo alcuni giorni dopo l’accaduto ha trovato il coraggio di denunciare quello che aveva subito.

Ad aggredire il trentenne sono state diverse persone che prima lo hanno accerchiato, poi picchiato. La vittima è stata colpita diverse volte al volto e ha riportato una frattura al naso che ha richiesto un intervento chirurgico eseguito all’ospedale Bufalini di Cesena.

L’episodio è avvenuto durante una serata ‘gay friendly’. La querela è stata presentata contro otto persone e le ipotesi di reato sono lesioni gravi e odio razziale.

Sull’accaduto interviene anche il sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli: “Esprimo una ferma condanna aggiunta a una personale indignazione per l’aggressione omofoba avvenuta in una discoteca del nostro territorio comunale. Purtroppo nel nostro Paese continua a manifestarsi un clima violento e intollerante sul quale le istituzioni hanno il dovere di continuare a lavorare per arginare e modificare questa tendenza. Nello specifico vorrei esprimere la vicinanza dell’amministrazione comunale al ragazzo per l’aggressione e i danni fisici e morali subiti. Allo stesso modo ringrazio la proprietà del locale per aver prontamente soccorso il giovane e per l’attenzione che riserva alla sicurezza e alla prevenzione. Cesenatico è e rimane un paese ospitale e accogliente, con servizi e locali di qualità, la nostra comunità è lontana anni luce da questi episodi”.

 
Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento