È un grande classico del panno verde, uno dei giochi più famosi e antichi del casinò: l’immancabile Blackjack! Le regole sono semplici, il gioco è veloce e coinvolgente. L’obiettivo è ottenere un numero pari o inferiore a 21 – superiore a quello del banco – dalla combinazione di almeno due carte.

I numeri sulle carte rappresentano il loro valore matematico, mentre le tre figure (Jack, Regina e Re) valgono tutte 10. L’asso può valere 1 o 11 a seconda dell’esigenze del giocatore. Il mazziere distribuisce due carte al giocatore e a sé stesso. E, da quel momento, la sfida può iniziare.

Le sue origini sono immerse nel mito e nonostante in molti ne vantino la paternità ad oggi non è chiaro dove sia nato con assoluta certezza. A spuntarla pare sia la Francia visto che nel XVII secolo aveva preso piede un gioco da banco con l’intuitivo nome di Vingt-et-un (ossia “ventuno”). Non manca però chi ricorda che anche in Italia c’è ancora un gioco simile. Si chiama Sette e mezzo e anche se la logica è simile (avvicinarsi quanto più possibile alla sommatoria di sette e mezzo e comunque più del banco) si gioca con un altro tipo di carte. Inoltre non è un gioco istituzionalizzato quanto più da osteria.

Come è nato quindi il nome dell’attuale Blackjack? Prese il nome solo una volta che è approdato nel paese a stelle e strisce, gli Stati Uniti. Si chiama infatti così per una variante inserita oltreoceano rispetto la versione originale. Se un giocatore arriva a quota 21 con un asso e un jack di picche incassava un bonus di dieci volte la posta. Un vero incentivo a tentare la fortuna. Attualmente questa variante è stata abolita, ma il gioco ha mantenuto questo nome.

Tante opzioni con il Blackjack Online

Fatte salve le regole originarie, esistono diverse formule per giocare e tra queste spiccano quelle proposte da casino777 blackjack che mette a disposizione una vastissima scelta di opzioni divertenti per provare il brivido del panno verde e surfare sull’onda del gioco online.

Puoi accomodarti ad un tavolo virtuale con più giocatori oppure sfidare da solo il banco. Puoi scegliere le versioni speciali, come ad esempio quelle che ti garantiscono bonus o vincite extra. Infine, puoi uscire dalla modalità virtuale e sfidare un mazziere in carne ed ossa. Alcuni giochi, infatti, dispongono di un croupier live in grado di rispondere alle tue domande e di congratularsi in caso di vittoria. Insomma, tante formule per un divertimento garantito.

Tecnica o fortuna?

Come in tanti giochi del casinò, anche nel Blackjack, esiste la tecnica e la componente fortuna, il così detto “fattore C”. Se decidi di affidarti a quest’ultima, una volta imparate le regole, hai bisogno solo di pochi consigli. Se invece vuoi utilizzare la tecnica allora puoi utilizzare il metodo matematico del conteggio delle carte.

A differenza del Blackjack online, infatti, i casinò tradizionali utilizzano sei mazzi di carte tenuti insieme dalla cosiddetta “scarpa” (il porta mazzo). Certamente, contare le carte di sei mazzi non è per nulla semplice e, inoltre, ai casinò non piace che i giocatori utilizzino questo metodo. Pertanto, nella policy delle sale da gioco, il conteggio delle carte non viene ammesso e i giocatori che lo utilizzano possono anche incorrere nel rischio di essere estromessi d’imperio dal tavolo.

Anche senza tecnica, tuttavia, esiste qualche accorgimento. Il più importante è quello di non giocare mai esclusivamente con le proprie carte, ma di farlo soprattutto in base alla carta del banco. Un po’ come nella strategia base del poker, in cui si consiglia ai giocatori di non giocare con le proprie carte, ma anzi di mettere al primo posto il possibile range del rivale.

I professionisti

Il più forte giocatore professionista di Blackjack è Don Johnson che, una decina d’anni fa, nell’arco di appena cinque mesi, si portò a casa circa 15 milioni di euro. Il suo segreto? Nessun conteggio delle carte, solo un cambio delle regole. I casinò del 2008 stavano infatti accusando, come tutti, la crisi finanziaria. Nel tentativo di dare impulso alla loro attività, alcuni casinò decisero di invitare alcuni giocatori professionisti. Tra questi anche Johnson che venne invitato in tre casinò di Atlantic City. Una volta ricevuto l’invito, il giocatore impose le sue condizioni, ovvero richiese che il mazziere non potesse chiamare carta con un 17, un rimborso del 20% sulle perdite di 500mila dollari e sei mazzi di carte nella scarpa.

Con queste geniali modifiche al regolamento, Johnson riuscì a vincere talmente tanti soldi che, dopo quei quattro mesi, i casinò decisero di far cadere quell’accordo.

Photo by Javon Swaby from Pexels

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 
Please follow and like us:

Lascia un commento