La spiaggia di Cesenatico si è riempita di pionieri della tintarella. Hanno preso posto ritagliandosi il proprio rettangolo di sabbia, ma nessun carnaio. In molti si aspettavano assembramenti da raduno e tutti pazzi per il proprio congiunto in caso di controlli. La situazione che abbiamo riscontrato nella spiaggia di Cesenatico sabato pomeriggio si racchiude in un “bene, ma non benissimo”. La voglia di tintarella cullata dalla brezza c’era tutta, ma la diffidenza ha avuto gioco facile. Quindi spazi, in quella che era una sorta di spiaggia libera diffusa, non sono mancati. E nelle centinaia di metri percorsi il rispetto delle norme è stato al livello svizzero anche nei punti più affollati. Distanze rispettate anche dai più giovani all’interno della stesso gruppo.

Sfoglia la gallery

Va anche detto che la spiaggia oggi era semplicemente diversa da come siamo abituati a viverla in questo periodo. Ombrelloni pochi, molti bagnini stavano montando i “paletti” proprio oggi complice un anticipo nelle aperture degli stabilimenti comunicato dalla Regione in zona Cesarini, se non oltre. Ma non sarà certo qualche riassetto a fermare la voglia di estate, sole e leggerezza che incontra la proposta dei protagonisti della spiaggia di Cesenatico. Immancabile il primo bagno da parte di qualche pioniere dell’onda mentre all’orizzonte le vele si mischiavano ai kyte in corrispondenza di ponente.

Sfoglia la gallery

Era inevitabile vedere qualcuno in assetto mezza stagione con mascherina incorporata, comprensibile il rispetto delle norme, della sicurezza propria e altrui. Ma sul vestiario ci sono ampi margini di miglioramento: al bando pantaloni lunghi e canottiere sotto la cintura!

Sfoglia la gallery

E quando si è sulla via del rientro qualcuno accenna tiri a calcio in un campo in cui le distanze paiono quelle di Holly e Benji. Viene da tirare le somme e da chiedersi: la stagione partirà alla grande? Quando? Quale sarà il giusto compromesso?

spiaggia

Proprio in quel momento psunta quel clangore di catene che scorrono, quel lento spostarsi contro corrente tipico del traghetto che collega ponente e levante. È pieno di viandanti e una piccola certezza si vede all’orizzonte. Mentre qualcuno legge il giornale dall’alto del suo terrazzo al filo d’ombra del tricolore che, a volte, sventola fiero.

spiaggia

Si ringraziano il Bagno Veneto per la disponibilità e Davide del Bagno Casali per la simpatia!

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 
Please follow and like us:
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Lascia un commento