“Sono contento che l’amico Dendias (ministro degli esteri greco, ndr) mi abbia rassicurato sul fatto che la Grecia aprirà all’Italia sicuramente entro la fine del mese, eliminando qualsiasi tipo di blocco e obbligo di quarantena per gli italiani”.

Lo ha affermato, con toni giubilanti, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in conferenza stampa ad Atene con il collega ellenico.

Insomma, ce l’ha messa davvero tutta il Ministro pentastellato per ottenere “questo brillante risultato diplomatico” che, per qualche strana ragione, ad un certo momento, sembrava essere diventato il punto prioritario della sua fitta agenda politica.

Un’operazione che non tutti hanno capito. Certamente non gli operatori turistici romagnoli i quali si sono chiesti, a più riprese, per quale enigmatica ragione, nell’estate più difficile della nostra storia, Di Maio ci tenesse così tanto ad aprire i confini con la Grecia e ad incoraggiare i nostri connazionali a scegliere Mykonos o Santorini anziché – magari – la riviera romagnola.

Insomma, presentata come una vittoria dell’alta diplomazia italiana, a noi è parso l’ennesimo autogol di un governo che, quando si parla di turismo, proprio non ce la fa.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 
 
 
 
Please follow and like us:

One Comment

  • Ma come si fa ad essere cosi poco obiettivi. Il ministro Di Maio ha parlato anche con il rispettivo ministro Sloveno,Tedesco e Austriaco. E se gli austriaci vengono da noi non è poi così male!! E poi mi sembra che tanti nostri operatori turistici finite le stagioni vanno a trascorrere le meritate vacanze in Grecia!!!! Pensate un pò più profondo prima di scrivere certe cose.

Lascia un commento