Asporto? Domicilio?

Clicca qui e scoprili tutti!

 
 

Il Covid-19 ci ha trovato impreparati, ha cambiato le nostre abitudini e ha anche mostrato la nostra vulnerabilità.

Abbiamo chiesto alla dottoressa Vera Tengattini, dermatologa e allergologa al Poliambulatorio Giano di Cesena, quali possono essere i rischi per la pelle con l’uso prolungato della mascherina, guanti e l’utilizzo dei gel igienizzanti.

L’emergenza sanitaria Covid-19 ha visto un’impennata della produzione di mascherine. Sono tutte adeguate per la nostra pelle?

“L’utilizzo della mascherina di per sè non avrebbe conseguenze a livello della cute. Il problema è che il marketing della mascherina ha fatto sì che fioccassero mascherine di ogni genere e tipo. Infatti con l’emergenza sanitaria, per ridurre i tempi di attesa della produzione e commercializzazione, è stata disposta dal governo una deroga alle procedure di certificazione. Solo il tempo ci potrà dire quante aziende si siano comportate in modo congruo nella produzione di mascherine. Ad esempio tessuti impiegati comunemente per l’abbigliamento, ora si trovano a contatto con il volto, che ha una pelle più delicata rispetto ad altre parti del corpo. Un discorso a parte riguarda le mascherine lavabili, perché non sempre vengono lavate in modo corretto e con prodotti non irritanti. Inoltre sono state diverse anche le proposte di spray disinfettanti per riutilizzare le mascherine, in questo caso mancano indicazioni scientificamente provate. Voglio comunque tranquillizzare i pazienti, infatti con utilizzo sporadico della mascherina, solitamente non si evidenziano problemi. Ma per chi, per motivi di lavoro, ne deve fare uso continuativo e per diverse ore al giorno, il mio consiglio è di evitare le mode e indossare mascherine chirurgiche oppure quelle con filtri”.

Per chi per motivi di lavoro deve fare un uso continuativo e per diverse ore al giorno della mascherina, il mio consiglio è di evitare le mode e indossare mascherine chirurgiche oppure quelle con filtri

Dottoressa Vera Tengattini

Le mascherine possono creare problemi alla pelle?

“Possono provocare irritazioni e l’aggravarsi di una serie di problematiche cutanee. In primis l’acne, una malattia infiammatoria della cute che interessa il follicolo pilifero e la ghiandola sebacea. I sintomi dell’acne da mascherina sono molteplici: rossore cutaneo, prurito, brufoli, dolore, cute lucida perché ricca di sebo. Le aree maggiormente interessate sono le guance e il mento. Ma non solo, sono in aumento casi di cheiliti cioè le infiammazioni delle labbra; rosacea, dermatiti seborroiche; dermatiti irritative e allergiche da contatto”.

Come ci si può difendere da queste problematiche della pelle?

“Per prevenire la vulnerabilità della pelle è importante adottare semplici accorgimenti atti a ristabilirne l’equilibrio. E’ fondamentale lavare il viso con un detergente specifico per il proprio tipo di pelle due volte al giorno. Poi idratare la pelle con l’utilizzo di cosmetici lenitivi e riparatori. E’ preferibile optare per prodotti idratanti non aggressivi e ricchi di antiossidanti e sostanze funzionali, in grado di controllare le irritazioni. Tra queste ricordo la niacinamide, la glicerina, le cerami e la vitamina E. In caso di bisogno è possibile, su specifica indicazione medica, ricorrere a prodotti esfolianti da eseguire in studio medico. Una volta a settimana possiamo inoltre applicare una maschera purificante o lenitiva a seconda dei casi”.

Per quanto riguarda le mani? I gel igienizzanti possono irritare la pelle?

La giusta igiene delle mani è importante. Sempre. Ma l’eccesso, nel lungo periodo, indebolisce la flora batterica, amica della pelle. Igienizzarsi le mani non deve diventare una mania. I lavaggi frequenti possono abradere la superficie cutanea che perde la propria funzione di barriera, la cute può diventare sensibile e sviluppare nel tempo dermatiti allergiche/irritative”.

I guanti possono creare problemi alla pelle?

“Solo se utilizzati in modo continuativo. Era nota anche prima del Covid la dermatosi alle mani in caso di utilizzo di guanti per motivi occupazionali. Se la pelle non è integra, se le mani sono screpolate, sudate, sporche, sotto i guanti si può creare un ambiente che facilità la comparsa di dermatosi. In pazienti predisposti i guanti in lattice possono provocare allergie”.

Per informazioni e prenotazioni visita dermatologica contatta Poliambulatorio Giano al 393 9021487.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 
 
 
 
Please follow and like us:
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Lascia un commento