Si è fatto riprendere questa mattina nella tomba di Marco Pantani e poi, dopo un momento di raccoglimento, tra le due ali di cipressi del camposanto di Cesenatico, Mario Cipollini – per la prima volta – ha svelato alcuni retroscena più o meno inediti sulla parabola discendente del Pirata: “Subito dopo la squalifica di Madonna di Campiglio – ricorda il Re Leone – a casa di Marco si presentò l’allora presidente della Federciclismo Italiana Giancarlo Cerruti il quale, rivolgendosi a Marco, pronunciò queste parole: ‘Tu confessa tutto, ammetti che ti dopavi ed io, ti prometto che, nell’arco di poco tempo, ti riabilito completamente e tu potrai tornare subito in sella, a partire già dal Tour de France’. Qualche anno dopo, quando la Gazzetta dello Sport scrisse che io ero coinvolto nell’Operacion Puerto e che ero uno dei tanti ciclisti che si facevano assistere dal famigerato dottor Fuentes, dichiarazioni per cui querelai il giornale, solo due persone commentarono quell’episodio. Uno di queste fu Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana, che disse che, dopo quelle indiscrezioni, avrebbero valutato se ci fossero stati i presupposti per togliermi la maglia di campione del mondo. E questo malgrado lui sapesse bene che, dopo otto anni, quell’accusa, vera o infondata che fosse, era comunque da considerarsi prescritta”.

Dopo la lunga premessa, un’amarissima conclusione: “Io e Marco – dichiara Cipollini guardando dritta la telecamere del suo telefonino – siamo stati due atleti di altissimo livello che hanno sempre portato in alto il nome del ciclismo italiano. Ebbene, pensare che una Federazione Ciclistica, anziché proteggere i propri campioni, li usi per scopi politici, mi solleva tanti dubbi e mi porta a fare delle riflessioni a cui lascio a voi ogni conclusione”.

Con questo video attirerò molta attenzione e le ire di qualcuno....😜 ma il mio sentimento per Marco e per il ciclismo ormai ha preso una direzione !

Geplaatst door Mario Cipollini op Dinsdag 4 augustus 2020

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 
 
 
 
Please follow and like us:

Lascia un commento