Sei di Cesenatico e vuoi fare la spesa all’Iper? Ecco un po’ di chiarezza.

La zona arancione dà possibilità di fare la spesa fuori da Comune di residenza, ma con restrizioni ben precise. All’indomani di ogni nuova ordinanza, ormai è un classico, arrivano puntuali le precisazioni. Ovvero quei necessari approfondimenti che aiutano a chiarire i passaggi più ambigui e di indecifrabile lettura. Tra questi, visto che siamo da ieri in zona “arancione”, c’è la cosiddetta spesa “fuori comune”. Ma attenzione!

Il Governo ha infatti precisato che anche in zona arancione, per “particolari necessità”, rientrando la “spesa” fra le cause giustificative degli spostamenti, è possibile fare la spesa al di fuori dal comune di residenza.

Ma quali sono queste “particolari necessità”? Chiariamo in primis che lo spostamento può essere fatto in un Comune contiguo al proprio (dunque confinante) laddove il proprio Comune non disponga di punti vendita. Il Comune confinante al proprio può però  presentare una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze. In questo caso lo spostamento è consentito, ma deve essere auto-certificato.

 
 
 

Quindi ci si può spostare dal proprio Comune se nel proprio Comune di residenza non è possibile reperire un particolare prodotto.

Inoltre, ed è questo il passaggio chiave, ci si può spostare se si ritiene che un determinato prodotto, in un altro punto vendita di un Comune confinante, costi di meno, quindi la maggiore convenienza economica. Ma attenzione, il Comune di Savignano (dove è presente l’Iper Rubicone) non confina con il Comune di Cesenatico, quindi non è possibile andare (a meno che, ribadiamo, un determinato prodotto alimentare si trovi soltanto lì). Un cittadino di Cesenatico però potrà andare a fare la spesa nel Comune di Gatteo o Cesena anche soltanto per acquistare una confezione di pasta integrale che costa 5 centesimi in meno.

Si raccomanda – in ogni modo – di chiamare le forze dell’ordine prima di ogni spostamento fuori Comune. Infatti oggi (lunedì 16 novembre) la Polizia Locale dell’Unione Rubicone e Mare ha multato alcuni automobilisti diretti all’Iper Rubicone: attenendosi scrupolosamente alle norme il Comune di Savignano non può essere infatti considerato “contiguo” a Cesenatico e gli automobilisti multati non hanno fornito una spiegazione plausibile su quale prodotto alimentare li avesse obbligati a recarsi all’Iper. Resta da capire se, come avvenuto nella prima ondata pandemica, il sindaco di Cesenatico emetterà un’ordinanza ad hoc ed anche se le altre forze dell’ordine che operano sul territorio adotteranno una linea simile.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

Leave a Reply