500.000 euro erogati dalla Protezione Civile regionale, due mesi dall’approvazione del progetto al contratto, 330 giorni di lavori, sei imprese al lavoro, un mese per le verifiche archeologiche, geologiche, sismiche, un mese per la verifica preventiva di presenza ordigni bellici, tempi serrati per le procedure espropriative.

Sono questi i numeri di un intervento realizzato dal Consorzio di Bonifica che gli abitanti di Cesenatico attendevano da tempo: il potenziamento dell’impianto di sollevamento acque meteoriche “Mesolino”, all’incrocio tra via Cannucceto e Via Mesola.

Il Mesolino è il canale principale di un ampio bacino di 6 Km2 che comprende le frazioni di Cannucceto e Bagnarola: in condizioni normali si immette nel Canale Mesola che defluisce naturalmente nel Porto Canale di Cesenatico. Quando il mare è alto il Mesolino non riesce a defluire naturalmente nel Mesola a causa dei terreni molto bassi. L’impianto idrovoro, costruito anni fa per risolvere il problema, entra in funzione quando si verificano tali condizioni: la paratoia telecontrollata alla confluenza fra i due canali si chiude e tutta l’acqua dell’entroterra viene convogliata all’impianto idrovoro e sollevata meccanicamente.

Tuttavia, per insufficienza della rete di scolo di monte, l’idrovoro non riusciva a “lavorare” a pieno ritmo: l’acqua raggiungeva la vasca pompe troppo lentamente e questo ritardo comportava innalzamento dei livelli nel canale Mesolino e nei suoi affluenti, con esondazioni non rare lungo le vie Montaletto, Carlina, Boscabella, Cannucceto ed aree limitrofe.

Per risolvere il problema è stato creato un nuovo ampio e profondo canale di alimentazione dell’impianto, contestualmente all’abbassamento e ampliamento della vasca di arrivo dell’idrovoro necessari per aumentare il volume di accumulo di acqua e ottimizzare così il lavoro delle pompe idrovore.

 
 
 

Tutto l’impianto è automatizzato e telecontrollato, per un monitoraggio costante dei livelli, delle portate alle pompe e dei parametri elettrici e meccanici.

Parallelamente a questo importante intervento il Consorzio ha realizzato una serie di opere di adeguamento funzionale della rete di canali confluenti nel Mesolino: 150.000 euro di lavori finanziati al 50% dal Consorzio e al 50% dal comune di Cesenatico.

Sono molto soddisfatto di questo risultato frutto di una collaborazione fattiva fra Enti, uniti per la difesa dei territori– afferma Roberto Brolli, Presidente del Consorzio di bonifica- Durante il mio mandato ho visto crescere la collaborazione fra Consorzio e le Amministrazioni del nostro comprensorio, riconoscimento della professionalità e operatività dell’Ente che presiedo. Con il completamento di questo intervento abbiamo, tutti insieme, posto un altro tassello per la sicurezza idraulica dei territori cesenaticensi”.

Grande soddisfazione dell’Amministrazione comunale, molto attenta al proprio territorio.

Con questo intervento – commentano Sindaco e Vicensindaco di Cesenaticoil nostro paese fa un passo avanti nella direzione della sicurezza idraulica del territorio. Fin dal nostro insediamento il potenziamento dell’impianto idrovoro del Mesolino è stato inserito tra le priorità per garantire un corretto deflusso delle acque della zona compresa tra Cannucceto e Villalta. Dagli incontri con il Comitato di Zona di Cannucceto emergeva come una delle principali preoccupazioni di molti residenti, in questi anni è stato fatto un ottimo lavoro di squadra tra Enti e comitato di zona che ha portato alla soluzione del problema. Ringrazio il Consorzio di Bonifica e la Protezione civile regionale per la collaborazione e la celerità.”

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Leave a Reply