Quando si parla di turismo il segno rosso, nell’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle, è a dir poco scontato. Ma quanto ha perso, in termini percentuali, l’industria locale della vacanza nel 2020 per colpa dell’emergenza Covid?

Nei giorni scorsi sono stati diramati i dati di novembre, un mese scarico da un punto di vista ricettivo. Eppure, anche in questo periodo, Cesenatico ha visto praticamente dimezzare il numero dei pernottamenti rispetto all’anno precedente (il 2019). Quasi azzerati gli arrivi (1244 in tutto) con un decremento che supera l’80% (ottobre, invece, senza le restrizioni della zona arancione, aveva fatto registrare un calo inferiore al 10%).

 
 
 

E così, aspettando i dati (disastrosi) di dicembre, la caduta verticale del nostro turismo oggi è impietosamente condensata in quel -40,8%. Il ché significa che, per la prima volta dal 1970 ad oggi, non supereremo la soglia dei due milioni di turisti all’anno.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 

Leave a Reply