fbpx

Il presidente della Regione Emilia Romagna interviene sul ritardo dei vaccini e spiega la nuova strategia. “Ieri sera abbiamo fatto una lunga video call con i ministri Boccia e Speranza e con il commissario Arcuri. Abbiamo deciso il riequilibrio tra regioni, perché Pfizer ha deciso unilateralmente a chi togliere di più e a chi meno. Regioni come l’Emilia Romagna, la Lombardia e il Friuli sono state colpite in maniera più pesante. Ci sarà un riequilibrio”. Così il presidente della Regione Emilia Romagna, nonché presidente della conferenza delle Regioni, interviene sul tema dei ritardi nelle consegne delle dosi di vaccino Pfizer.

“Stiamo aspettando tutti quanti con il fiato sospeso l’ok ad AstraZeneca. A partire da marzo speriamo di avere tutte le dosi necessarie per coprire un piano di vaccinazione robusto che triplichi o quadruplichi quello che stiamo facendo oggi”, continua Bonaccini.

Poi l’idea di coinvolgere i medici di base: “”Insieme al ministro Speranza incontreremo le associazioni di rappresentanza dei medici di base a livello nazionale. L’assessore Donini in Emilia Romagna ha fatto la settimana scorsa un primo passaggio informale. A mio parere è necessario coinvolgere i medici di base, perché vorrebbe dire moltiplicare i luoghi e le opportunità di vaccinazione”. ha concluso il Governatore dell’Emilia Romagna.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply