Tari, Cosap, Siae… sigle non sempre comprensibili a tutti, ma non per lo Studio Associato Faggiotto Samorè, che da sempre si occupa delle autorizzazioni amministrative per lo svolgimento dell’attività dei propri clienti.

Oggi parliamo di Tari. Ma cos’è esattamente la Tari?

“Si tratta di un onere che i Comuni riscuotono per pagare il gestore del servizio di smaltimento rifiuti che, per la maggioranza dei Comuni del territorio, è appaltata a Hera Spa. L’importo di questa tassa, calcolata in base alla tipologia di attività e alla superficie produttiva dell’impresa, grava per migliaia di euro sui conti della aziende. E’ quindi assai frequente, soprattutto in questo periodo, durante il quale molte aziende sono chiuse o con un’attività estremamente ridotta, che ci venga chiesto di verificare il corretto calcolo dell’imposta”.

Come si calcola la Tari?

“La tariffa viene determinata dal Comune attraverso un proprio regolamento che differisce da Comune a Comune”.

studio associato Faggiotto Samorè
 
 
 

Come si sono mossi i Comuni in questo periodo di pandemia?

“I Comuni hanno proceduto in ordine sparso, riducendo la tariffa ma, a nostro parere, in maniera largamente insufficiente. Non dimentichiamo che Hera è una costola degli enti pubblici, i quali possono incidere sulle scelte tra le quali il prezzo dell’appalto del servizio. Sentire che anche quest’anno Hera ha distribuito dividendi ai soci, stride con la condizione di grande sofferenza delle imprese. Non possiamo non considerare che la produzione di rifiuti delle aziende dall’anno 2020 a oggi è crollata e quindi anche la tariffa dovrebbe essere necessariamente rivista. Inoltre, considerato il protrarsi della situazione pandemica e conseguentemente la minore produzione di rifiuti, è necessario provvedere, per l’anno 2021, a un’abolizione della tassa chiedendo ad Hera un piccolo sacrificio che le aziende stanno facendo da ormai un anno”.

Studio Associato Faggiotto Samorè – viale Raffaello Sanzio, 42  Valverde –  0547 86414 – info@studiofaggiottosamore.it – www.studiofaggiottosamore.it.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply