La mattina del 4 aprile i carabinieri di Cesenatico hanno beccato, in flagranza di reato, un ventenne domiciliato presso una struttura ricettiva di Cesenatico. Per il 112 era responsabile di furto aggravato ed estorsione. Il ragazzo, per gli inquirenti si sarebbe approprieato di un “apple ipad” e di alcuni effetti personali dimenticati a bordo del treno regionale “Rimini-Ravenna” da un 43enne di Bellaria. Lo avrebbe contattato per chiedergli 500 euro per la restituzione. Non contento ha messo sul piatto anche la minaccia di divulgare materiali sensibili fissando l’incontro per la mattina del 4 aprile in piazza Costa a Cesenatico.

 
 
 
 

Gioco facile per i militari appostati in borghese che sono entrati in azione non appena è avvenuto lo scambio di banconote opportunamente segnate. La refurtiva quindi è stata recuperata e riconsegnata. L’arresto è stato convalidato e il ragazzo ha subito l’obbligo di dimora a Cesenatico e il divieto di uscire da casa nelle ore notturne.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

valentino menghi
 
 
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Leave a Reply