La zona arancione per l’Emilia Romagna è realtà.

Dopo un mese di zona rossa con le massime restrizioni, da lunedì 12 aprile la Regione si colorerà di arancione.

Le regole della zona arancione.

  • Ci si potrà muovere liberamente all’interno del proprio Comune di residenza, oltre a visitare amici e parenti nelle stesse modalità delle feste pasquali. Tra le 5 e le 22, quando scatterà il coprifuoco
  • La scuola torna in presenza fino alla terza media compresa, così come le superiori fino al 50-75%.
  • Bar ristoranti continuano solo con asporto o domicilio (i bar fino alle 18 e i ristoranti fino alle 22).
  • Tutti i negozi di vendita al dettaglio, i parrucchieri e gli estetisti hanno il via libera.
  • Nei centri commerciali i negozi possono restare aperti durante la settimana, devono chiudere nel week end.
  • È consentito l’accesso ai parchi pubblici, anche dei minori, anche assieme ai familiari o altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura. Accesso consentito anche ad aree gioco all’interno di parchi, ville e giardini pubblici.
 
 
 
 
  • Restano chiuse palestre e piscine.
  • L’attività sportiva all’aperto è consentita dalle 5 alle 22 ma anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri. Consentita anche l’attività sportiva all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati. È consentito spostarsi in Comuni limitrofi per recarsi presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, in caso di assenza di tali strutture nel Comune di residenza.
  • È possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza. Si ricorda inoltre che per i Comuni con popolazione non superiore a 5mila abitanti è equiparata al territorio comunale la fascia territoriale circostante, fino a una distanza di 30 km dai relativi confini.
  • Attività venatoria possibile solo nel proprio Comune.
  • Chiusi musei, mostre, cinema e teatri. Biblioteche aperte solo per servizi offerti su prenotazione e per gli archivi.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

valentino menghi
 
 
 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply