Nella serata di ieri il consiglio comunale ha approvato lo slittamento delle scadenze Tari per le utenze domestiche ed extra domestiche con 16 voti favorevoli e nessun contrario. L’amministrazione comunale ha riproposto dunque una prima misura sulla tassa dei rifiuti come quella adottata nel 2020 per poter innanzitutto dare respiro a famiglie imprese in questi mesi che ancora avanzano nell’incertezza dell’emergenza sanitaria. Le rate di norma sono tre e avrebbero avuto scadenza al 31 maggio 2021, al 31 agosto 2021 e al 31 dicembre 2021. Con questa decisione invece il tributo viene accorpato in due rate posticipando di fatto la rata del 31 maggio e sollevando la collettività da una prima scadenza imminente. Le nuove scadenze dunque sono fissate al 31 agosto 2021 e al 31 dicembre 2021.

 
 
 
 

“Così come è stato fatto nel 2020 abbiamo subito portato in consiglio comunale questa proposta che permette innanzitutto a famiglie e imprese di prendere tempo e non dover affrontare la scadenza imminente del 31 maggio 2021. Non sono stati mesi facili per le famiglie e per le imprese e crediamo che questo rinvio sia doveroso”, spiega il sindaco Matteo Gozzoli.

“Questa prima misura, analoga a quella dello scorso anno, oltre a concedere tempo alla collettività concede tempo anche all’amministrazione per poter lavorare insieme ad Atersir ed Hera: il piano economico finanziario dovrà tenere conto dei minori servizi resi e delle chiusure delle attività venendo incontro a questo momento di difficoltà che tutti stiamo vivendo”, conclude l’assessore Jacopo Agostini.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply