Nonostante le ripercussioni penali dell’iniziativa di sabato scorso (contestate questa mattina agli organizzatori sia la “manifestazione non autorizzata” che l’istigazione), la “Vasca della Libertà” non molla: “L’appuntamento – spiegano Mauro Mammana e Manuel Consoli – è anticipato a giovedì sera per dare modo anche ai tanti gestori di locali di partecipare. Il sabato sera, infatti, giorno clou per molte attività, aveva impedito a diversi esercenti di partecipare alla passeggiata e così, su loro stesso suggerimento, abbiamo deciso di riprogrammare l’iniziativa a giovedì sera”.

L’appuntamento è dunque per il 6 maggio alle ore 21 in piazza Garibaldi con ritorno previsto attorno alle 22: “Da quel momento in poi – precisano gli organizzatori – ognuno si assumerà la responsabilità delle sue azioni. Dunque liberi di tornare a casa o di restare in piazza, ben sapendo però che, violando l’orario del coprifuoco, ci si sottopone al rischio di una sanzione”.

 
 
 
 

“Il nostro invito – proseguono – è rivolto anche ai gestori di bar, negozi, ristoranti e a tutte le partite Iva che, come noi, pensano che le libertà personali sono inviolabili e che gran parte delle limitazioni contenute nei decreti governativi sono anti-costituzionali. Sarà, come sempre, un’iniziativa pacifica e apolitica che vuole ribadire il nostro secco ‘no’ alle politiche liberticide di questo governo. Venite tutti e venite senza paura, protestare pacificamente per i nostri diritti non può essere un reato”.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
 
 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Leave a Reply