fbpx

Nessun dietrofront. La Cabina di Regia del Governo, che si riunirà oggi (come tutti i venerdì), confermerà l’Emilia-Romagna in zona gialla perché – come spiegano dalla Regione – il livello di Rt si mantiene sotto l’1. Dunque, non dovrebbero scattare provvedimenti più severi per fronteggiare l’epidemia.

Intanto, nella giornata di ieri, sulla scorta di dati pandemici rincuoranti, si è fatta larga un’idea interessante, quella degli stabilimenti balneari Covid free in Romagna. La Regione ci starebbe pensando.

Lo ha confermato il presidente Stefano Bonaccini, parlando a Rainews24, ricordando in prima battuta che “non abbiamo isole, quindi non possiamo fare come gli altri”, ma quello degli stabilimenti covid-free “è un tema che discuteremo rispetto a tutti gli operatori di quel settore che per l’Emilia-Romagna vale circa il 15% del Pil”. Dunque, si farebbe largo la proposta di vaccinare tutti i bagnini ed il personale addetto al salvataggio. 

 
 

Il presidente dell’Emilia-Romagna giudica “straordinaria” la novità annunciata dal premier Mario Draghi sul passaporto vaccinale. “Anticiperemo di circa un mese l’Europa, per far venire qui quelli che dimostrino che non mettono in pericolo la salute di nessuno”, sottolinea il governatore. Per quanto riguarda la campagna vaccinale, poi, le cose “cominciano ad andare decisamente meglio”, sottolinea ancora il presidente.

“Stimo che in Emilia-Romagna a fine maggio avremo oltre un milione e mezzo, credo oltre abbondantemente, di persone vaccinate”, tra prime e seconde dosi. “Entro la fine dell’estate, se le previsioni saranno confermate per ciò che sono i contratti tra aziende produttrici ed Unione Europea, in Emilia-Romagna avremo vaccinato tutti coloro che si vogliono vaccinare”.

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 
Anna Budini

Anna Budini

Anna Budini scopre il mondo del giornalismo nel 2004 nella redazione de La Voce di Romagna. Ha poi l'occasione di passare ai settimanali nazionali, inizia così a scrivere per Visto, ma nonostante la firma sul nazionale, scopre che la sua grande passione è la cronaca locale. Dal 2016 ha iniziato a scrivere per il Corriere della Sera di Bologna.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply