Anche chi non ha mai avuto confidenza con il gioco d’azzardo sa bene cos’è un casinò. D’altro canto, parliamo di edifici sfarzosi che spesso hanno trovato spazio anche nei racconti cinematografici o comunque in contesti al di fuori di quello squisitamente ludico. Col passare degli anni i casinò hanno aumentato la loro popolarità, balzando spesso agli onori della cronaca anche per ragioni poco piacevoli, come quelle legate alle truffe o alla ludopatia.

Slot, roulette, giochi di carte: sono molteplici le attrazioni con le quali ci si può divertire in una sala. Benché l’aspetto di un casinò sia piuttosto noto, in pochi, però, conoscono le effettive origini di questo fenomeno. Las Vegas viene considerata come la capitale assoluta del gioco d’azzardo dove anche i vip frequentano le sale da gioco più famose, ma non è lì che è sorto il primo casino. Il più antico, infatti, sarebbe il Ca’ Vendramin di Venezia, che ha visto la luce nel 1638. Solo in seguito il business si sarebbe espanso soprattutto in America. Anzi, molti casinò a stelle e strisce hanno preso ispirazioni proprio da quelli italiani.

 
 
 

A Las Vegas, comunque, la sala per eccellenza è quella del Bellagio, che da anni riceve giocatori da ogni parte del globo, in particolare appassionati di poker. Di più recente costruzione è il The Cosmopolitan, che si caratterizza per la presenza di discoteca e piscina. Come intuibile, alcuni casinò si sono fusi con degli hotel diventando dei resort, delle mete di destinazione per chi vuole andare semplicemente in vacanza. Questa idea non è presente solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa, dove le sale più importanti e conosciute sono quelle di Monte Carlo.

Non mancano altri casinò storici come quello di Baden, immerso nel verde. Anche all’estero si è affermata una certa tradizione: a Macao, ad esempio, ci sono tutt’oggi delle sale ispirate chiaramente a quelle americane. Tornando all’Italia, invece, non si possono non citare i casinò di Sanremo e di Campione. In ogni caso, lo Stivale non rappresenta il punto di ritrovo preferito dei giocatori nell’epoca contemporanea. Las Vegas è al di sopra di ogni altro posto nel mondo in questo senso. Lo è nella realtà e nell’immaginario collettivo e così rimarrà ancora per tanti anni.

Insomma, come intuibile i casinò devono molto anche al loro lato folkloristico e a dispetto delle proposte dell’era digitale continuano a riscuotere il loro successo anche dal vivo. In tanti, però, si sono allontanati a poco a poco dalle sale vere e proprie per via del proliferare dei casinò live su Internet. L’esperienza di gioco originale, ad ogni buon conto, non può essere replicata del tutto attraverso uno schermo. Nonostante con le connessioni più moderne sia comunque possibile relazionarsi con croupier e altri giocatori in carne ed ossa, l’atmosfera generale rimane artificiale e ben lontana da quella concepita dai più esperti addetti al lavoro nel settore. Cosa ci riserverà ancora il futuro di questo ambiente? Ad oggi non è dato saperlo, ma nel giro di un decennio arriveranno sicuramente molte altre innovazioni.

 

Sostieni livingcesenatico con una piccola donazione!

 

Leave a Reply